Gallipoli | I porti pugliesi nelle opere di Jacob Philipp Hackert

0
Jacob Philipp Hackert, Gallipoli

Jacob Philipp Hackert, Gallipoli

Sarà allestita nella Sala Ennagonale del Castello di Gallipoli (Lecce) la mostra “I porti del Re”, che rimarrà aperta al pubblico dal 21 giugno al 5 novembre 2017.

In esposizione nove grandi opere dell’artista tedesco Jacob Philipp Hackert (1737-1807), raffiguranti altrettanti porti pugliesi (Gallipoli, Barletta, Bisceglie, Brindisi, Manfredonia, Monopoli, Otranto, Taranto e Trani) del Regno di Napoli.

Le opere, provenienti dallo Studio del Re della Reggia di Caserta, furono realizzate su commissione di re Ferdinando IV di Borbone, che nella primavera del 1788 incaricò il pittore ufficiale di corte di ritrarre in dipinti e disegni tutti i porti pugliesi.

Il viaggio di Jacob Philipp Hackert sul mare Adriatico, da Manfredonia a Taranto, durò più di tre mesi, durante il quale l’artista preparò il materiale occorrente per poter poi ritrarre, una volta rientrato a Napoli, tutti i porti delle tre estreme province orientali del Regno di Napoli: Capitanata, Terra di Bari e Terra di Otranto. Al rientro dai sopralluoghi il pittore iniziò a riprodurre su grandi tele i porti di Taranto e di Brindisi nel 1789; proseguì, poi, con i porti di Gallipoli, Manfredonia, Barletta, Bisceglie e Santo Stefano di Monopoli nel 1790 ed eseguì nel 1791 il porto di Trani; infine chiuse la serie nel 1792 con il porto di Otranto.

L’intera commissione delle Vedute dei Porti del Regno è riconducibile alla volontà del re di Napoli di emulare quanto il re di Francia Luigi XV aveva realizzato affidandone l’esecuzione al pittore Claude Joseph Vernet nel 1753, con la serie di Vedute dei Porti di Francia.

La mostra è prodotta dal Castello di Gallipoli in collaborazione con la Reggia di Caserta.

Comments are closed.