Isola d’Elba, terza edizione del Magnetic Festival

0
Isola d'Elba , Miniera del Ginevro

Isola d’Elba, Miniera del Ginevro

Giunge alla terza edizione il Magnetic Festival, rassegna musicale in programma all’ Isola d’Elba dal 9 al 24 luglio 2017. L’evento, organizzato dall’Associazione Culturale Maggyart, si svolgerà nella Miniera del Ginevro e in Piazza Matteotti a Capoliveri.

La Miniera del Ginevro si trova sul Monte Calamita ed è in disuso dal 1981. Un palcoscenico naturale, dunque, a picco sul mare, di grande suggestione.

Sette gli appuntamenti in programma (tra la Miniera del Ginevro e Piazza Matteotti a Capoliveri), più un ciclo di “Matinée” musicali, dalle ore 10 in Piazza Matteotti.

Il Magnetic Festival verrà inaugurato domenica 9 luglio alle ore 22 nella Miniera del Ginevro con I Cameristi della Scala. Insieme a loro un soprano di fama internazionale, Barbara Massaro, e il giovane e talentuoso violinista Davide Alogna.

Mercoledì 12 luglio l’appuntamento sarà alle ore 22 in Piazza Matteotti a Capoliveri con Il giardino dell’Amore, Orchestra da Camera Europea composta da giovani musicisti specializzati soprattutto in musica barocca italiana del XVII e XVIII secolo. Insieme a loro anche il soprano Natalia Kawalek.
Ancora in Piazza Matteotti, e sempre alle ore 22, domenica 16 luglio si esibirà il Coro dell’Opera di Parma con un repertorio che comprende le principali opere dell’Ottocento.
Lunedì 17 luglio alle 21.30 il festival tornerà nella Miniera del Ginevro per una grande opera, “La Traviata” di Giuseppe Verdi con l’Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane diretta da Stefano Giaroli, il Coro dell’Opera di Parma, il soprano Scilla Cristiano nel ruolo di Violetta e il tenore Marco Ciaponi nel ruolo di Alfredo.
Giovedì 20 luglio alle 22 la Miniera del Ginevro ospiterà invece le contaminazioni tra classica e jazz del poliedrico Nigel Kennedy, che, oltre a proporre le versioni jazz delle opere di Bach del suo progetto “Bach meets my world”, completerà il repertorio con sue composizioni, sempre in bilico tra jazz, classica e folk.
Sabato 22 luglio in Piazza Matteotti alle ore 22 è in programma il concerto dell’Orchestra Sinfonica “Terre Verdiane”, una delle più vivaci e dinamiche realtà orchestrali italiane, in grado di proporre un vastissimo repertorio operistico che va dalle opere verdiane a tutto Puccini, dalle opere di Mozart a Carmen, fino alle opere di Rossini.
Lunedì 24 luglio dalle ore 21.30 gran finale alla Miniera del Ginevro con un’altra imponente opera, l’ “Aida” di Giuseppe Verdi, con l’Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane diretta da Stefano Giaroli, il Coro dell’Opera di Parma, il soprano Renata Campanella nel ruolo di Aida e il tenore Alberto Profeta nel ruolo di Radamès.

Il Festival si è dato anche un importante e ambizioso obiettivo: i fondi raccolti durante i concerti e le matinée saranno destinati al restauro dell’antico Organo a canne del 1738 che si trova nel Santuario della Madonna delle Grazie nel comune di Capoliveri,

Comments are closed.