Siracusa | Una mostra di Steve McCurry riapre l’ex Convento di San Francesco d’Assisi

0
Steve McCurry, Mazar-i-Sharif, Afghanistan, 1991 -  - Mostra a Siracusa

Steve McCurry, Mazar-i-Sharif, Afghanistan, 1991 – Mostra a Siracusa

È aperta a Siracusa, nell’ex Convento di San Francesco d’Assisi, fino al 5 novembre 2017, la mostra Steve McCurry Icons.

L’esposizione raccoglie oltre 100 scatti della vasta produzione ormai quasi quarantennale del grande fotografo americano, per proporre ai visitatori un viaggio simbolico nel complesso universo di esperienze e di emozioni che caratterizza le sue immagini.

Con questa importante esposizione ritorna alla fruizione pubblica lo straordinario Complesso di via Gargallo dopo un lungo restauro.
«Dopo il Teatro comunale, il giardino dell’Artemision, palazzo Montalto e l’ex chiesa dei Cavalieri di Malta, ecco riaperto l’ex convento di San Francesco d’Assisi – afferma l’assessore alle Politiche culturali, Francesco Italia, evidenziando gli importanti risultati raggiunti nel recupero degli immobili storici destinati alla cultura –. Dal suo chiostro, portato alla luce durante i lavori di restauro, parte il percorso dentro l’opera di Steve McCurry, capace con i suoi scatti indimenticabili di cogliere l’essenza dei luoghi da lui visitati e l’anima delle persone che li abitano. Un grande fotografo e un’altra splendida mostra in un luogo notevole: per i 2.750 anni della fondazione della città, un doppio dono ai siracusani e ai visitatori».

Dall’India alla Birmania, dal Giappone all’Africa, da Cuba al Brasile «con le sue foto Steve McCurry ci pone a contatto con le etnie più lontane e con le condizioni sociali più disparate – afferma la curatrice Biba Giacchetti – mettendo in evidenza una condizione umana fatta di sentimenti universali e di sguardi la cui fierezza afferma la medesima dignità. Con le sue foto ci consente di attraversare le frontiere e di conoscere da vicino un mondo che è destinato a grandi cambiamenti. La mostra inizia, infatti, con una straordinaria serie di ritratti e si sviluppa tra immagini di guerra e di poesia, di sofferenza e di gioia, di stupore e di ironia».

La mostra è promossa dal Comune di Siracusa – Assessorato alla Cultura e al Turismo, ed è organizzata da Civita Mostre in collaborazione con Civita Sicilia e SudEst57.

Comments are closed.