BMA – Bologna Musica D’autore, concorso per giovani cantautori

BMA - Bologna Musica d'Autore - FonoprintBMABologna Musica D’autore è un concorso canoro riservato a giovani cantautori (singoli o in gruppo). Il progetto, che ha l’obiettivo di scoprire ed esaltare il loro lato artistico, di presentarli sulla scena musicale nazionale e di valorizzarne l’aspetto autorale, è ideato e promosso da Fonoprint e patrocinato dal Comune di Bologna,

I candidati del BMA dovranno inviare due brani inediti, già depositati in SIAE, della durata massima di 3ʼ30” di cui devono necessariamente essere autori o coautori, e un video di accompagnamento entro il 31 maggio 2017.
BMA selezionerà i migliori 20 artisti. A tutti i partecipanti esclusi dalla suddetta rosa sarà comunicato per iscritto, entro il 30 giugno 2017, l’esito della loro partecipazione e una scheda di commento relativa alla canzone ritenuta migliore tra le due inviate.

I 20 selezionati parteciperanno ad audizioni dal vivo presso gli studi di Fonoprint tra il 24 e il 25 luglio 2017, al termine delle quali saranno scelti gli 8 finalisti che parteciperanno alla serata finale del 7 ottobre 2017 presso il Teatro Il Celebrazioni di Bologna.
La serata finale sarà un vero e proprio show in cui, oltre ai giovani partecipanti al concorso, si esibiranno sul palco ospiti consacrati e artisti emergenti.
Al termine dell’evento sarà premiato il vincitore della I edizione di BMA in base alle precedenti valutazioni della Giuria, composta da importanti influencer del mondo della musica e in particolare: Vittorio Corbisiero, Direttore Artistico di Fonoprint; Guido Elmi, Produttore Discografico; Claudio Ferrante, Presidente e fondatore di Artist First; Antonello Giorgi, Musicista; Carlo Marrale, Autore e Musicista; Roberto Razzini, AD di Warner Chappell; Stefano Senardi, Discografico e Consulente Artistico; Riccardo Vitanza, Esperto di Comunicazione, Amministratore Unico e Direttore Generale di Parole e Dintorni; Andrea Vittori, Fondatore di MA9 Promotion; Fio Zanotti, Arrangiatore e Produttore Discografico.

Al vincitore sarà assegnato un contratto discografico ed editoriale con Fonoprint per la realizzazione di un EP e di un videoclip (con un valore commerciale complessivo di oltre 20.000 Euro).
Saranno infine assegnati un “Premio della Critica per il Miglior Testo” e un “Premio per la Miglior Musica” entrambi del valore di 2.500 Euro.

«Ho cercato di trasferire in questo progetto un mio sogno e una mia passione: la musica e le canzoni autorali, un percorso di emozioni che non ha eguali e che ti arricchisce sempre – afferma Leopoldo Cavalli, imprenditore bolognese oggi proprietario di Fonoprint -. Credo inoltre che Bologna, culla di molti cantautori, sia la città ideale per scoprire e coltivare quelli che saranno gli artisti di domani…».

Per i requisiti e le modalità di partecipazione e ogni altra informazione visitare il sito web del concorso BMA.

Concerto alla Scala per i 150 anni dalla nascita di Arturo Toscanini. Dirige Riccardo Chailly

Riccardo ChaillyIn occasione dei 150 anni dalla nascita di Arturo Toscanini, il 25 marzo 2017 il M° Riccardo Chailly salirà sul podio del Teatro alla Scala per un concerto straordinario.

Il Maestro Chailly, che è oggi Direttore Musicale del Teatro alla Scala e Direttore dell’Orchestra del Festival di Lucerna, posizioni occupate entrambe a suo tempo da Toscanini, dirigerà la Sinfonia n° 7 di Beethoven, lo Stabat Mater e il Te Deum dai Quattro Pezzi Sacri di Verdi e in conclusione, sempre di Verdi, l’Inno delle Nazioni con il Coro del Teatro alla Scala diretto da Bruno Casoni e la partecipazione del tenore Fabio Sartori.

Sempre nell’ambito delle iniziative programmate dal Teatro alla Scala per celebrare i 150 anni dalla nascita e i 60 dalla scomparsa del grande direttore d’orchestra, il 21 marzo sarà inaugurata la mostraArturo Toscanini. La vita e il mito di un maestro immortale”, a cura di Harvey Sachs e Franco Pulcini, presso il Museo Teatrale alla Scala. La mostra è realizzata insieme a Rizzoli Libri Illustrati, editore del volume dal medesimo titolo curato dal professor Marco Capra.
Nel corso dell’inaugurazione verrà proiettato un video sulla vita del Maestro Toscanini, curato dal biografo Harvey Sachs.
La mostra sarà aperta al pubblico dal 22 marzo, mentre il volume sarà già in libreria dal 16 marzo.

Il Teatro alla Scala e il suo Museo intendono così celebrare il direttore che ha portato il Teatro a un nuovo grado di eccellenza musicale, secondo i nuovi intendimenti del Novecento, e allo stesso tempo rendere omaggio all’uomo fedele agli ideali democratici di Mazzini e di Garibaldi. Il perfezionismo musicale, la concentrazione sullo spettacolo, l’impegno assoluto nell’esecuzione sono tutti temi legati alla sua figura di artista e organizzatore.

Dopo Toscanini, la figura stessa del direttore d’orchestra è mutata nell’immaginario collettivo e nella sua funzione all’interno del Teatro alla Scala ma anche negli Stati Uniti e nel mondo. La sua opera è anche legata all’introduzione dei repertori sinfonici tedeschi fra il pubblico italiano; infatti, nel 1930, Toscanini fu il primo direttore d’orchestra non di scuola tedesca a dirigere al Festival wagneriano di Bayreuth.

FIM 2017 – I primi ospiti della Fiera Internazionale della Musica

FIM 2017 - David Jackson, David Knopfler, David Cross
FIM 2017 – David Jackson, David Knopfler, David Cross

Sono stati annunciati i nomi dei primi ospiti che parteciperanno della quinta edizione del FIMFiera Internazionale della Musica, in programma alla Fiera di Erba (CO) il 26, 27 e 28 maggio 2017.
Tra gli ospiti, dunque, tre nomi importantissimi del panorama rock inglese: David Cross (ex violinista/tastierista dei King Crimson), David Jackson (ex sassofonista dei Van Der Graaf Generator), David Knopfler (ex chitarra ritmica dei Dire Straits). I tre “David” sono stati invitati al FIM 2017 per presentare i loro attuali progetti musicali.

A David Cross è bastato firmare la splendida e indimenticabile Starless, pezzo di chiusura dell’album dei King Crimson Starless and Bible Black (1974), per entrare a pieno titolo nel gotha del prog inglese. Violinista della band di Robert Fripp nel periodo 1973-1974, Cross è un modello di riferimento per chiunque voglia suonare il violino in chiave moderna. Dopo aver fondato la band They Came from Plymouth, più vicina all’improvvisazione di stampo jazzistico, e aver lavorato in vari progetti, anche in ambito teatrale, ha fondato la David Cross Band.
Cross sarà presente al FIM 2017 sabato 27 maggio per incontrare il pubblico in CASA FIM (lo stage-tv in diretta streaming), dove riceverà il FIM Award – Modern Violin. La David Cross Band si esibirà la sera dello stesso 27 maggio sul main stage del FIM.

David Jackson è una delle icone del rock anni ’70. Sassofonista, flautista e compositore di area progressive, David Jackson ha fatto parte dei Van Der Graaf Generator di Peter Hammill, collaborando successivamente con lo stesso Hammill e con altri nomi del calibro di Peter Gabriel e Keith Tippett. Jackson è anche noto per il suo particolare stile, che prevede spesso l’uso di due sax contemporaneamente. Accanto al suo lavoro da musicista, ha svolto un’intensa attività didattica che lo ha portato a utilizzare un sistema tecnologico di supporto alle disabilità, progettato da Edward Williams e denominato Soundbeam.
Sabato 27 maggio David Jackson sarà presente al FIM per incontrare il pubblico in CASA FIM, dove riceverà il FIM Award – Modern Sax. Successivamente salirà sul main stage del FIM con la David Cross Band.

David Knopfler è stato fondamentale per una delle rock band più amate nella storia del rock: i Dire Straits. Tra i fondatori della celebre band, dopo aver contribuito al successo del primo album dei Dire Straits e aver partecipato al secondo Communiqué e alle registrazioni del seguente Making Movies, nell’agosto del 1980 David Knopfler ha abbandonato la band per intraprendere la carriera da solista.
Knopfler sarà presente al FIM di Erba domenica 28 maggio per un’intervista in casa FIM. Per l’occasione in serata si esibirà sul main stage del FIM la tribute band dIRE sTRATO, composta da Andrea Cervetto, Alex Polifrone, Giuliano Lecis, Marco Filippini e Paolo Polifrone.

Sting, concerti in Italia a Milano, Cividale del Friuli e Mantova

StingIl nuovo tour di Sting, 57th & 9th World Tour, con gli special guests The Last Bandoleros e Joe Sumner, sta riscuotendo un ottimo successo.

Partito da Vancouver il primo febbraio, il tour dopo le tappe in Nord America, approderà in Europa il 21 marzo 2017.
Per questa prima tranche europea, Sting si esibirà al Fabrique di Milano il 23 marzo. Grandi notizie per i fan italiani, perché il tour tornerà in Italia anche in estate, con due date a luglio: il 25 a Cividale del Friuli (Mittelfest – Parco della Lesa) e il 28 a Mantova (Arte e Musica – Piazza Sordello).

Sono state aggiunte, inoltre, date in America Centrale e America del Sud, Singapore, Honk Kong, Tokyo e Osaka.

Durante il suo 57th & 9th Tour, Sting è accompagnato da una band formata dal suo chitarrista “di fiducia” Dominic Miller, Josh Freese (batteria) e Ruful Miller (chitarra).

Il dodicesimo album di Sting, 57th & 9th, è il suo primo progetto rock/pop in oltre un decennio ed è uscito l’11 novembre scorso su etichetta A&M/Interscope Records. Il disco contiene 10 brani: “I Can’t Stop Thinking About You”; “50,000”; “Down, Down, Down”; “One Fine Day”; “Pretty Young Soldier”; “Petrol Head”; “Heading South On The Great North Road”; “If You Can’t Love Me”; “Inshallah”; “The Empty Chair”.

L’album è prodotto da Martin Kierszenbaum ed è stato registrato in poche settimane insieme a collaboratori storici di Sting, Dominic Miller (chitarra) e Vinnie Colaiuta (batteria), così come il batterista Josh Freese (Nine Inch Nails, Guns n’ Roses), il chitarrista Lyle Workman e la band Tex-Mex di San Antonio The Last Bandoleros (backing vocals).

57th & 9th è organizzato da Live Nation Global Touring, prodotto da Cherrytree Management e RZO Entertainment.

Elodie, esce il nuovo album “Tutta colpa mia”. Parte l’instore tour, le date

Elodie
Elodie

Esce venerdì 17 febbraio 2017 il nuovo album di ElodieTutta colpa mia”, prodotto da Luca Mattioni ed Emma, che contiene, tra gli altri, l’omonimo brano presentato in gara al 67° Festival di Sanremo.

Tante le collaborazioni all’interno dell’album, dal featuring con Zibba in “Amarsi basterà”, agli autori che hanno scritto per lei: Federica Abbate, Amara, Roberto Angelini, Jez Ashurst, Mark Bates, Giovanni Caccamo, Federica Camba, Mario Cianchi, Marco Ciappelli, Emma, Dario Faini, Jack Jaselli, Jonny Lattimer, Ermal Meta, Emma Rohan e altri.

Tutta colpa mia contiene tredici tracce, che mettono in risalto la grande capacità interpretativa della giovane cantante.
Questa la tracklist dell’album: “Tutta colpa mia”, “Amarsi basterà” (feat. Zibba), “Fine”, “Semplice”, “Sono pazza di te”, “Verrà da sé”, “La mia strada verso il sole”, “La differenza”, “Giorni bellissimi”, “La gelosia”, “Una favola non è”, “La cosa che rimane”, “La verità”.

Dal 17 febbraio Elodie sarà impegnata in un instore tour in tutta Italia per presentare “Tutta colpa mia”.
Queste le date: il 17 febbraio al Mondadori Megastore di Piazza Duomo a Milano; il 18 febbraio al Mondadori Bookstore di Varese e al Centro Commerciale 8 Gallery di Torino; il 19 febbraio alla Galleria del Disco di Firenze e allo Sky Stone & Songs di Lucca; il 20 febbraio alla Discoteca Laziale di Roma; il 21 febbraio al Parco Commerciale Auchan Giugliano di Giugliano (NA); il 22 febbraio a La Feltrinelli di Pomigliano D’Arco (NA) e al Centro Commerciale Le Cotoniere di Salerno; il 23 febbraio a La Feltrinelli di Bari; il 24 febbraio a La Feltrinelli di Lecce; il 25 febbraio al Centro Commerciale Auchan di Porto Sant’Elpidio (FM); il 26 febbraio al Centro Commerciale Quasar Village di Perugia e al Centro Commerciale Cospea di Terni; il 27 febbraio a La Feltrinelli di Pescara; l’ 1 marzo al Mondadori Megastore di Bologna; il 2 marzo al Mondadori Bookstore presso il Centro Commerciale Nave de Vero di Venezia; il 3 marzo al Centro Commerciale Ipercity di Padova; il 4 marzo al Mondadori Bookstore di Siracusa e al Centro Commerciale Sicilia di Catania; il 5 marzo a La Feltrinelli di Messina e a La Feltrinelli di Palermo; il 6 marzo a La Feltrinelli di Monza e al Mondadori Megastore presso il Centro Commerciale Freccia Rossa di Brescia; il 7 marzo al Mediaworld presso il Centro Commerciale Le Due Torri di Stezzano (BG); l’ 8 marzo a La Feltrinelli di Cagliari; il 9 marzo al Mediaworld presso il Centro Commerciale Fiordaliso di Rozzano (MI); il 10 marzo al Centro Commerciale Perseo di Rieti; l’ 11 marzo al Centro Commerciale Auchan Mesagne di Mesagne (BR); il 14 marzo a La Feltrinelli di Latina; il 15 marzo alla Mondadori del Centro Commerciale Vulcano Buono di Nola (NA); il 16 marzo al Centro Commerciale Le Fontane di Catanzaro; il 17 marzo al Mediaworld presso il Centro Commerciale Metropolis di Cosenza e il 19 marzo al Centro Commerciale La Rotonda di Modena.

Dopo aver aperto alcune date dell’Adesso Tour di Emma lo scorso settembre, il 26 aprile Elodie salirà sul palco dell’Alcatraz di Milano come assoluta protagonista del suo primo live.

David Guetta, a luglio in Italia a Piazzola sul Brenta

David Guetta
David Guetta

Torna in Italia il dj e produttore francese David Guetta. L’appuntamento è per il 28 luglio 2017 a Piazzola sul Brenta (PD), in occasione del Postepay Sound Festival in programma all’Anfiteatro Camerini.

I live di Guetta sono sempre stati di grande impatto, caratterizzati da luci ed effetti speciali che, insieme alla musica, regalano ai fan uno show a 360°.

L’ultimo live di Guetta si è svolto il 12 agosto 2016 al Parco Gondar di Gallipoli dove ha presentato l’inno di Uefa Euro 2016, “This one’s for you”.

Il 2016 è stato segnato dalla collaborazione tra David Guetta e l’artista tedesco Robin Schulz che ha dato vita al singolo “Shed a light”. Al progetto hanno partecipato anche i Cheat Codes, trio elettronico con base a Los Angeles. La hit, certificata oro per le vendite in Italia, è #32 su Spotify Globale e #33 su Spotify Italia, inoltre, ha raggiunto più di 1.5 milioni di streaming quotidiani in tutto il mondo ed è stata nella Top 10 di iTunes in 40 Paesi. Uscito a fine 2016, il video ha già superato 20 milioni di visualizzazioni.

A settembre 2016 è uscita “Would I Lie to You Baby”, una produzione pensata insieme al francese Cedric Gervails e al cantante americano Chris Willis. Il brano, certificato disco d’oro in Italia, ha ottenuto oltre 46 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Poco più di un anno fa, il 27 novembre 2015, è uscito ‘Listen Again‘, il repack del successo internazionale dell’album ‘Listen‘ di David Guetta, che contiene le 14 tracce originali e 8 inediti in un doppio cd. Il sesto album del dj è ricco di collaborazioni, tra cui: Nicki Minaj, Sia, John Legend, Emilie Sandé, Afrojack e tanti altri

David Guetta è nato a Parigi 47 anni fa. Ha iniziato la sua carriera nei club parigini negli anni Ottanta. Grazie alle sue track ed alle innumerevoli collaborazioni internazionali, si è guadagnato un posto importante  tra i primi djs e producers al mondo.

Mr Rain, esce il video del suo nuovo singolo ” I Grandi non piangono mai”

Mr RainDopo il successo di “Carillon”, disco d’oro da indipendente, esce oggi, martedì 14 febbraio 2017, il video di “I Grandi non piangono mai”, il nuovo singolo del rapper e produttore bresciano Mr Rain.
I Grandi non piangono mai”, uscito il 27 gennaio su etichetta Atlantic/Warner Music Italy, è una dedica di Mr Rain a sua madre : «Una lettera di scuse, un ringraziamento alla persona che mi ha cresciuto».
Mr Rain si appassiona alla musica a 16 anni, ascoltando i pezzi di Eminem e della scena rap e hip hop nazionale ed estera del periodo.
Nel 2009 decide di dare voce alla propria vocazione artistica ed inizia a scrivere i primi pezzi, con lo pseudonimo di Mr Rain e, nel 2011 produce e pubblica il suo primo mixtape “Time 2 Eat“, che riscuote in poco tempo riscontri a livello nazionale.

Nel 2013 partecipa come concorrente ad X Factor, il talent show più noto al pubblico, ma dopo essere stato ripescato per l’entrata diretta, rifiuta la partecipazione al programma.

Nel mese di gennaio 2014 inizia il primo tour ufficiale e si esibisce nelle principali città italiane: un’esperienza importante che permette al giovane rapper di far conoscere la sua musica a livello nazionale, partendo da Brescia e chiudendo la lunga serie di concerti nella capitale, Roma.

Nel mese di maggio 2015 esce “Memories“, il primo disco ufficiale, interamente autoprodotto: un album di 16 tracce, che raccontano un frammento della sua vita, come in un diario personale. “Tutto Quello che Ho“, il secondo singolo estratto dall’album, segue il successo di “Carillon“. “Carillon” si è rivelato subito una vera e propria hit, disco d’oro per le vendite, quasi 10.000.000 di visualizzazioni su Youtube, e colonna sonora dello spot tv dei gioielli Alfieri & St.John.

Dopo un disco realizzato insieme al rapper romani Diluvio, a giugno 2016 Mr Rain pubblica “Supereroe“, già considerato un classico dai suoi estimatori.
Nell’estate 2016, grazie al “Memories Tour” Mr Rain si fa conoscere al grande pubblico di tutte le regioni italiane, con una serie di date sold out nei club, ai festival e nelle piazze. Il 2017 si annuncia come un anno ricco di impegni, con un nuovo album in uscita e nuove storie da raccontare.

Francesco Gabbani con “Occidentali’s karma” vince il Festival di Sanremo

Francesco GabbaniIntelligenza e leggerezza hanno trionfato sul palco dell’Ariston: Francesco Gabbani ha vinto la 67^ edizione del Festival di Sanremo con “Occidentali’s Karma“, brano scritto dal cantautore toscano insieme al fratello Filippo Gabbani, a Fabio Ilacqua e a Luca Chiaravalli.

Si tratta di un brano pop elettronico che nasconde una doppia personalità. Dietro una melodia pop accattivante e una ritmica coinvolgente, cela, infatti, un invito a riflettere sul nostro modo di vivere.

«Occidentali’s karma – afferma Francesco Gabbani – è una sarcastica riflessione sul goffo tentativo di noi occidentali di ricercare la serenità tramite discipline orientali, per poi scoprire che, spogliati dalle sovrastrutture occidentali o orientali che siano, siamo tutti delle scimmie nude».

Dopo il successo ottenuto lo scorso anno, Francesco Gabbani fa dunque il bis a Sanremo, ma questa volta tra i big.

Occidentali’s karma”, disponibile su tutte le piattaforme di digital download e streaming, farà parte del nuovo album, che verrà pubblicato a fine aprile da BMG Rights Management (Italy). Finito il Festival di Sanremo, infatti, Francesco Gabbani terminerà le registrazioni del suo nuovo disco, la cui produzione artistica è di Luca Chiaravalli.
A giugno, invece, è in programma il tour del cantautore.

Francesco Gabbani ha vinto l’edizione 2016 del Festival di Sanremo, nella sezione giovani, con il brano “Amen”, aggiudicandosi anche il Premio della Critica Mia Martini (sezione giovani) e il Premio Sergio Bardotti per il miglior testo del Festival (sezione giovani e big).

Guarda il video di Occidentali’s karma, diretto da Gabriele Lucchetti di BluzzMedia

Lele con “Ora Mai” vince Sanremo Nuove Proposte 2017

LeleÈ in rotazione radiofonica “Ora Mai”, brano con cui il giovane cantautore campano Lele si è aggiudicato il primo posto della Sezione Nuove Proposte della 67ª edizione del Festival di Sanremo.

«”Ora Mai” parla del momento in cui in una relazione si arriva al silenzio – spiega Lele -, che sa far male molto più delle parole dette. È la consapevolezza che qualcosa sta per finire».

Ora Mai” (testo e musica di Raffaele Esposito, Rory Di Benedetto e Rosario Canale) ha anticipato l’uscita di “Costruire 2.0” (Sony Music Italy), in vendita da venerdì 10 febbraio.

Costruire 2.0”, la nuova versione dell’album d’esordio del giovane cantautore finalista di Amici 2016, contiene 12 tracce: tra queste ci sono la sanremese “Ora Mai”, prodotta da Fabrizio Ferraguzzo, e altre quattro tracce che vantano la prestigiosa produzione di Michele Canova, già al lavoro con artisti del calibro di Tiziano Ferro, Jovanotti, Giorgia, Marco Mengoni e molti altri.

Questa la tracklist del disco:
“La Nostra Distanza”, “Senza Paura Di Sorridere”, “Ora Mai, “Cosi Com’è”, “Adesso E Sempre”, “L’Ho Voluto Io (alternative version)”, “La Strada Verso Casa”, “Screamin’ It Loud”, “Through This Noise”, “Love Me Now”, “Christmas Night With You”, “We Will Carry On”.

Il 15 febbraio parte l’instore tour di Lele per presentare l’album “Costruire 2.0” e incontrare i fan. Queste le prime tappe confermate: 15 febbraio a Salerno (La Feltrinelli di Corso Vittorio Emanuele) e a Pomigliano d’Arco – NA (La Feltrinelli); il 16 febbraio a Caserta (Juke Box); il 18 febbraio a Roma (Mondadori Bookstore del C.C. La Romanina); il 20 febbraio a Varese (Varese Dischi); il 22 febbraio a Milano (Mondadori Megastore di Piazza Duomo); il 23 febbraio a Marcon – VE (C.C. Valecenter); il 24 febbraio a Nola – NA (Mondadori Megastore del C.C. Vulcano Buono); il 25 febbraio a Rende – CS (Media World del C.C. Metropolis).

Lele (nome d’arte di Raffaele Esposito) ha 20 anni ed è nato a Pollena Trocchia (provincia di Napoli), dove vive con i genitori e il fratello. Fin da piccolo ha la passione per la musica e per il canto: a 6 anni si avvicina al pianoforte, strumento che continuerà a studiare entrando a 12 anni al conservatorio di Napoli San Pietro a Majella.  Suona inoltre la chitarra da autodidatta. Lele, prima ancora di essere un cantante, è un autore e compositore: scrivere è una passione che coltiva da sempre, e già a 12 anni inizia a creare testi e musiche delle sue canzoni in italiano e in inglese. A metà marzo 2016 Lele accede al serale di Amici e sceglie di concorrere per la squadra Bianca accanto a Emma ed Elisa, reputando quest’ultima “più vicina al suo mondo inglese”. Il 27 maggio 2016 è uscito il suo primo album, “Costruire”, che ha dato inizio al suo percorso di musicista, sostenuto anche dall’affetto dei suoi fan. Lele è stato scelto da Elisa e da Emma come opening-act di alcune date dei rispettivi tour nei palasport, esibendosi in un set voce, chitarra e loop station.

Zucchero a Sanremo – Da marzo concerti in tutto il mondo. Nuove date all’Arena di Verona

Zucchero "Sugar" FornaciariIn occasione della serata finale dell’edizione 2017 del Festival di Sanremo, sabato 11 febbraio Zucchero “Sugar” Fornaciari salirà sul palco del Teatro Ariston in qualità di ospite.

Dopo aver collezionato nel 2016 un sold out dietro l’altro in tutta Europa, richiamando oltre 250.000 spettatori, a partire da marzo il cantautore e musicista italiano è atteso in diversi Paesi del mondo per una serie di concerti durante i quali presenterà al pubblico internazionale l’album “Black Cat” e i suoi grandi successi. Sarà, pertanto, nel Nord e Sud America, in Australia, nella Nuova Zelanda, nel Giappone, nel Nord Africa e nuovamente in Europa per i grandi festival.

In Italia il “Black Cat World Tour 2017” di Zucchero si arricchisce di 5 nuove date: 21 – 22 – 23 – 24 – 25 settembre all’Arena di Verona. Questi concerti vanno ad aggiungersi ai live dell’ 1-2-3-4-5 maggio in programma nella splendida cornice dell’anfiteatro veronese. Diventano così 21 i concerti di Zucchero all’Arena di Verona in soli 12 mesi.

Il disco “Black Cat” (certificato Platino da FIMI/GfK Italia), prodotto da tre grandi nomi del panorama internazionale, T Bone Burnett, Brendan O’Brien e Don Was, contiene 13 brani dalle nervature rock-blues. Da segnalare la collaborazione artistica di Bono, che in seguito alla tragedia avvenuta al Bataclan di Parigi ha scritto con Zucchero il brano “Streets Of Surrender (S.O.S.)”, la partecipazione alle chitarre di Mark Knopfler, che suona sia nel brano “Streets Of Surrender (S.O.S.)” che in “Ci si arrende”, e il contributo artistico di Elvis Costello che ha scritto la versione inglese del brano “Love Again”, dal titolo “Turn the world down” (canzone presente solo nelle versioni estere di “Black Cat”).

Attualmente è in rotazione radiofonica il singolo “Ci si arrende”, che vanta la partecipazione alle chitarre di Mark Knopfler.

Marco Masini, “Spostato di un secondo” è il nuovo album – Terzo posto nella serata delle cover – Dopo Sanremo il tour

Marco MasiniSpostato di un secondo” è il titolo del nuovo album di inediti di Marco Masini, che esce oggi, venerdì 10 febbraio 2017.

Il disco, che viene pubblicato a distanza di sei anni dal precedente album in studio, contiene il brano omonimo con cui l’artista è in gara al 67° Festival di Sanremo nella sezione Campioni.
«Credo si possa definire un album “di concetto”. Un concetto paradossale – afferma Marco Masini -. Infatti, più si cresce e più si va alla ricerca di soluzioni estreme e talvolta inconcepibili, per rimediare ai nostri errori e ritrovare il senso di tutto. In ogni brano ho cercato di viaggiare attraverso un tunnel spazio/temporale per capire se ci possa essere anche una sola possibilità di rifare tutto da capo, dopo averlo già vissuto. Risultato? Forse dobbiamo fare buon uso del potere delle nostre scelte.»

E sul brano che dà il titolo al disco e che Masini ha portato sul palco dell’Ariston, il cantautore fiorentino così si esprime: «Se si potesse capire il nostro passato, misurando l’intensità della nostra corsa. Se si riuscisse a ignorare la fretta che condiziona le azioni. Se si imparasse a far implodere i nostri istinti come in un enorme buco nero che modifica il valore del tempo, forse arriveremmo un secondo prima negli stessi istanti e negli stessi posti. Forse potremmo scegliere la cosa giusta da fare. Utopia? Oggi sì, domani chissà. In fondo chi può spiegarci con certezza che cos’è un dejà vu?»

Questa la tracklist dell’album Spostato di un secondo: “Ma quale felicità”; “Nel tempo in cui sono tenuto a restare”; “Spostato di un secondo”; “Tu non esisti”; “Invece di scriverti una canzone”; “La massima espressione d’amore”; “Guardiamoci negli occhi”; “All’altro capo di un filo”; “Qualcosa che cercavi altrove”; “La vita comincia”; “Una lettera a chi sarò”; “Signor Tenente”.

Nella serata di giovedì 9 febbraio, in cui il Festival ha scelto di omaggiare la tradizione della canzone italiana, l’artista ha interpretato il brano “Signor Tenente” dell’indimenticabile amico e collega Giorgio Faletti, ottenendo il terzo posto in classifica.

Questa è l’ottava volta di Marco Masini al Festival di Sanremo. La prima partecipazione risale al 1990, quando il cantautore, al suo esordio, si aggiudicò il 1° posto della Sezione Novità con il brano “Disperato”. L’anno dopo è tornato sul palco dell’Ariston da Campione con “Perché lo fai”, aggiudicandosi il terzo posto. Nel 2000 si è presentato a Sanremo con “Raccontami di te” e nel 2004 ha vinto un’altra volta la kermesse con “L’uomo volante”. Nel 2005 ha presentato il brano “Nel mondo dei sogni” e nel 2009 L’Italia”. La sua ultima partecipazione al Festival di Sanremo risale a due anni fa, nel 2015, con “Che giorno è”.

Dal 14 febbraio Marco Masini sarà impegnato in un instore tour per presentare “Spostato di un secondo”. Queste le date: il 14 febbraio a La Feltrinelli di Firenze; il 15 febbraio al Mondadori Megastore (via Marghera) di Milano; il 16 febbraio al Mondadori Megastore (C.C. Freccia Rossa) di Brescia; il 17 febbraio al Media World (C.C. Shopville Gran Reno) di Casalecchio di Reno (Bologna); il 18 febbraio alla Discoteca Laziale di Roma; il 20 febbraio al Mondadori Bookstore di Napoli; il 21 febbraio a La Feltrinelli di Catania; il 22 febbraio al Mondadori Megastore di Palermo; il 23 febbraio al Mondadori Bookstore di Padova; il 24 febbraio al Media World (C.C. Parco Commerciale Le Fornaci) di Beinasco (Torino); il 28 febbraio al Mondadori Bookstore di Genova; il 2 marzo al Media World (C.C. Pescara Nord) di Città Sant’Angelo (Pescara); il 3 marzo a La Feltrinelli di Bari.

Il 30 aprile partirà il tour (prodotto e organizzato da ColorSound) con cui Marco Masini presenterà il nuovo album. Queste le prime date: il 30 aprile al Teatro Verdi di Montecatini (PT); il 3 maggio al Teatro delle Muse di Ancona; il 5 maggio all’Auditorium Parco della Musica – Santa Cecilia di Roma; il 7 maggio al Linear Ciack di Milano; il 9 maggio al Teatro Massimo di Pescara; il 10 maggio all’Obihall di Firenze; il 13 maggio al Teatro Colosseo di Torino; il 14 maggio al Teatro Verdi di Pisa; il 16 maggio al Teatro Politeama Greco di Lecce; il 20 maggio al Palabanco di Brescia e il 27 maggio al Gran Teatro Geox di Padova.

Giusy Ferreri a Sanremo con “Fa Talmente Male” – Il video – A marzo il nuovo album “Girotondo”

Giusy FerreriÈ in pre-order “Girotondo”, il nuovo album di inediti di Giusy Ferreri che uscirà il 3 marzo 2017.
Il disco, su etichetta Sony Music, contiene il brano “Fa Talmente Male” con cui l’artista è in gara alla 67^ edizione del Festival di Sanremo nella sezione Campioni. Il video del brano, diretto da Gaetano Morbioli, è visibile su Vevo.

Fa Talmente Male è stato scritto da Roberto Casalino su musica di Takagi e Ketra (autori anche della hit mondiale Roma-Bangkok di Baby K ft. Giusy Ferreri) insieme a Paolo Catalano.

L’album “Girotondo” è stato prodotto da Fabrizio Ferraguzzo e contiene 14 brani: “Fa Talmente Male”, “L’amore tante volte”, “Partiti Adesso”, “L’amore mi perseguita” (ft. Federico Zampaglione), “È finita l’estate”, “Occhi lucidi” (scritto da Tommaso Paradiso), “Col sole e col buio”, “Girotondo”, “La Distanza”, “Il mondo non lo sa più fare”, “Tornerò da te”, “Immaginami” (scritto da Marco Masini), “Il resto del mondo è diverso da te”, “La gigantessa”.

Ad aprile Giusy riporterà sul palco la sua energia e la sua voce unica con “Anteprima Live 2017”, due concerti-evento a Roma e Milano dove presenterà live i brani contenuti nel nuovo album, oltre ai suoi più grandi successi.

Queste le date: il 4 aprile 2017 all’ Auditorium Parco della Musica (Sala Petrassi) di Roma e il 12 aprile al Teatro Nuovo di Milano. Rtl 102.5 è media partner del tour.

Giusy Ferreri è nata a Palermo. Inizia a cantare da giovanissima, partecipando sin da bambina a diversi festival canori.
Dopo diverse esperienze musicali con svariate band e come solista, nel 2008 decide di presentarsi ai provini per la prima edizione del talent Show di Raidue “X Factor”. Anche se non si aggiudica la vittoria, la sua partecipazione le dà la possibilità di firmare un nuovo contratto discografico con la Sony BMG con cui pubblica il cd-ep “Non ti scordar mai di me”, brano di grande successo presentato alla finale di X Factor che porta la firma di Tiziano Ferro e Roberto Casalino.

Giusy Ferreri nella sua carriera ha pubblicato quattro album in studio, una raccolta, un ep e oltre venti singoli premiati con diversi dischi d’oro, di platino e multiplatino ed ha ottenuto molti altri riconoscimenti quali un Premio Videoclip Italiano, un Premio Lunezia, un Sanremo Hit Award, due Venice Music Awards, cinque Wind Music Awards e l’importante premio internazionale European Border Breakers Awards.
La cantante ha, inoltre, partecipato a due edizioni del Festival di Sanremo: nel 2011 con la canzone Il mare immenso e nel 2014 con Ti porto a cena con me.