A Milano una personale di Gaia Clerici

Gaia Clerici con la collaborazione di Cristina Pellegrini: Donna acqua -aria feltro a mano, lana brianzola, lana bergschaf trentina naturale e tinta, e ferro, 120x50x60 cm, foto di Cristina PellegriniIl chiostro di Palazzo delle Stelline di Milano dal 15 al 24 gennaio 2010 ospita la personale di Gaia Clerici Tre alla seconda. In mostra trenta recenti sculture realizzate in feltro, il materiale che contraddistingue tutte le creazioni di questa giovane artista e designer.
Nel corso della serata di inaugurazione, che si tiene durante la settimana delle sfilate della moda uomo, alcuni esponenti del mondo della cultura milanese parteciperanno a una singolare performance indossando delle giacche-sculture progettate appositamente per loro.

Tutto il lavoro di Gaia Clerici sonda le dinamiche generative della natura e le traspone su di un piano simbolico. Le opere dell’artista e designer varesina si richiamano, inoltre, a una tradizione di pensiero in cui confluiscono suggestioni orientali e memorie ancestrali, legate al culto della terra e al suo significato in termini cosmologici.

All’interno delle quattro aree verdi del Palazzo, Gaia Clerici creerà delle installazioni che evocheranno delle “scene di conversazione”, delle “situazioni di incontro” tra le sue sculture. L’artista ha, infatti, realizzato delle maestose e ironiche sagome di “grandi madri”, di figure che rievocano l’archetipo generativo femminile. Queste opere saranno messe in correlazione con altre analoghe sculture che sono emblematiche del principio maschile.

La mostra, a cura di Roberto Borghi, è realizzata in collaborazione con Fondazione Gruppo Credito Valtellinese.