Firenze, al Museo degli Argenti di Palazzo Pitti la mostra “Pregio e bellezza. Cammei e intagli dei Medici”

Apre giovedì 25 marzo 2010 a Firenze, Museo degli Argenti di Palazzo Pitti, la mostra Pregio e bellezza. Cammei e intagli dei Medici. L’esposizione è dedicata al collezionismo di gemme nel corso dei secoli ed in particolare alla prestigiosa raccolta dei Medici.
A partire dalla prima metà del XV secolo cammei e intagli furono ricercati con fervore da pontefici, principi e cardinali.

I Medici svilupparono una speciale predilizione, fin dal Quattrocento, per le incisioni su pietre dure e preziose, da loro raccolte in una delle più rilevanti collezioni della storia, fonte di grande prestigio per tutta la famiglia, che, nel corso dei secoli, continuò a incrementarla con nuove acquisizioni.

Attraverso un selezionato numero di pezzi di eccezionale qualità provenienti dai più importanti musei italiani e stranieri, la mostra illustra la complessa storia di questo tesoro, a partire dalla sua costituzione ad opera di Cosimo e, soprattutto, Piero de’ Medici.

Quanto le raffigurazioni delle preziose gemme medicee seppero offrire in termini di spunti creativi ad artisti come Lorenzo Ghiberti, Donatello e Sandro Botticelli, viene documentato in mostra da un’ampia varietà di opere, codici miniati, medaglie, disegni, dipinti e sculture. Fulcro di questa sezione è il Ritratto ideale di fanciulla di Sandro Botticelli.

Con la mostra, che resterà aperta al pubblico fino al 27 giugno 2010, si dà il via a Firenze 2010 Un anno ad arte, l’articolato progetto espositivo dei Musei Statali Fiorentini promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana, la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze, il Museo degli Argenti, Firenze Musei e l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.