Paolo Borgna – Clandestinità (e altri errori di destra e di sinistra)

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Paolo Borgna, Clandestinità (e altri errori di destra e di sinistra) - Copertina del libroUn fenomeno epocale come le nuove migrazioni verso l’Europa poteva essere l’occasione per una scommessa straordinaria: ragionare su una cultura della legalità, coniugata con il principio di solidarietà, collegare i comuni doveri con la capacità di estendere i diritti e di includere nuove popolazioni. Si poteva fare, di questa scommessa, l’orizzonte dell’Europa del futuro. Si poteva fare ma non si è fatto. La nostra ampia e confusa normativa sugli stranieri è sbagliata. È inefficace, non raggiunge gli obiettivi che si propone. Produce ingiustizia. È forte con i deboli e debole con i forti. Basta leggere cosa è accaduto ad Angela, moldava che voleva fare la badante; Hamid, marocchino, baby pusher; Abdel, egiziano e giardiniere clandestino.

Paolo Borgna è magistrato a Torino dal 1981. Tra il 2001 e il 2003 ha lavorato a Bruxelles, come esperto di criminalità transfrontaliera, al Patto di stabilità per il Sud Est Europa. Attualmente è procuratore aggiunto nel capoluogo piemontese e coordina il gruppo di lavoro Sicurezza urbana. Per anni si è occupato di tratta degli esseri umani. È autore di vari saggi sulla giustizia.

Scheda libro

Autore: Paolo Borgna
Titolo: Clandestinità (e altri errori di destra e di sinistra)
Editore: Laterza
Collana: Saggi Tascabili Laterza
Prezzo: € 12,00
Pagine: 106
Anno: 2011

 

Share.

Comments are closed.