MAN di Nuoro – Dreamtime. Il linguaggio dell’arte aborigena

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Dreamtime. Il linguaggio dell'arte aborigena

Al MAN – Museo d’Arte della Provincia di Nuoro dal 6 maggio al 28 agosto è aperta al pubblico la seconda parte della mostra sull’arte aborigena dal titolo “Dreamtime. Il linguaggio dell’arte aborigena”.
Questa nuova esposizione, come la precedente, include artisti di riconosciuta fama e artisti emergenti, che si stanno affermando nel panorama internazionale e che con i loro lavori, rappresentativi di un territorio vastissimo che si estende da Victoria fino al Qeensland, presentano autenticamente tutta l’arte aborigena contemporanea nel suo attuale stato d’evoluzione, rifuggendo da qualsiasi visione statica degli stereotipi che spesso vengono attribuiti a queste culture.

La forza iconografica delle opere in mostra e la loro simbologia primitiva e arcaica, confermano ancora una volta le tante analogie con la cultura sarda primigenia, archeologica e identitaria, creando un grande gioco di rimandi e risonanze che dall’apparentemente altro come l’arte proveniente da un continente agli antipodi (che però ha sempre avuto una condizione di insularità non solo geografica) ci riporta alle evidenze e ricchezze del territorio che noi abitiamo.

La mostra è un progetto del MAN – Museo d’Arte della Provincia di Nuoro, in collaborazione e con il patrocinio della Regione Sardegna, Ministero degli Affari Esteri Italiano, Ambasciata Italiana a Canberra, Ambasciata Australiana a Roma, Istituto Italiano di Cultura, Consolato di Melbourne.

Share.

Comments are closed.