Vittorio Corsini – Tra voci, carte, rovi e notturni

Vittorio Corsini, Eros. 10, 2012

Alla Galleria Civica di Modena, nello spazio della Palazzina dei Giardini, dal 17 marzo al 10 giugno 2012 è in programma la personale di Vittorio Corsini “Tra voci, carte, rovi e notturni”.
La mostra, a cura di Marco Pierini, presenta soltanto opere nuove, ad eccezione di una – datata 1990 ma mai esposta prima –, tutte incentrate sulle tematiche del territorio.

Installazioni, sculture e un video d’animazione per un’esposizione interamente dedicata al paesaggio, inteso non come paradigma costituito e inalterabile da riprodurre e perpetuare, ma come elemento fluido nel quale si svolge la vita quotidiana, si stabiliscono rapporti, si susseguono trasformazioni.

La ricerca di Corsini si concentra fin dagli inizi sul concetto e sui modi dell’abitare, sulle dinamiche che interessano la vita negli spazi domestici e negli spazi pubblici e sulle relazioni che all’interno di questi luoghi si instaurano fra gli individui. Ricerca che si esplicita attraverso il ricorso a tecniche e linguaggi diversi e l’impiego di materiali eterogenei – vetro, metallo, carta, inchiostro, segatura, neon – attraverso i quali l’artista tesse un racconto a trama larga, alla scoperta di quello che la rappresentazione cartografica del paesaggio, da sola, non può raccontare.

La mostra, promossa e organizzata dalla Galleria Civica di Modena in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, è accompagnata da un catalogo edito da Silvana Editoriale.