HomeFotografiaMimesis declinazione, personale di Giovanni Guadagnoli

Mimesis declinazione, personale di Giovanni Guadagnoli

Giovanni Guadagnoli (2013), Mimesis: declinazione 19, stampa fine art su carta Hahnemühle, cm 70 x 100, ed. 1/5

Nell’ambito di Milano Photofestival 2014, la galleria Glenda Cinquegrana: the Studiola di Milano presenta dal 30 aprile al 22 maggio 2014 la mostra personale del fotografo Giovanni Guadagnoli, intitolata Mimesis: declinazione, che attraverso un percorso fatto di 12 lavori recenti racchiude la sua ricerca più recente dedicata al tema dei paesaggio.

- Advertisement -

Le opere in esposizione, che giocano con le prospettive più classiche della tradizionale fotografia di paesaggio, si confrontano con il tentativo di mimesis, svelandone tutta la fallacia e l’intrinseca contraddittorietà.

I paesaggi di Guadagnoli, appaiono come scenari affascinanti e misteriosi, nei quali la presenza dell’uomo è vista come fuggevole passaggio, pura visione destinata a perdersi. L’unico punto di riferimento per decifrare il mistero delle immagini sono notazioni scritte a mano, frammenti di testi che il fotografo ha inciso. Queste sono tracce di diari e di memorie di uomini del passato, quasi a mostrare che se l’uomo è di passaggio qualche frammento di memoria è destinato a sopravvivere. Il fascino della fotografia di Guadagnoli, è tutto in questa visione, che libera dal riferimento alla realtà, altro non è che dilatazione di un’immensa dimensione interiore.

MOSTRE

LIBRI