Prato | Il nuovo Museo di Palazzo Pretorio tra arte e multimedialità

Museo di Palazzo Pretorio

C’è grande attesa a Prato per sabato 12 aprile, giorno della riapertura, dopo i lavori di restauro, del Museo di Palazzo Pretorio, con i suoi eccezionali capolavori d’arte.
Il nuovo Museo si presenterà al pubblico non solo con le proprie collezioni e i suoi spazi suggestivi, ma offrirà ai visitatori uno sguardo sull’arte anche attraverso le tecnologie multimediali.

Particolarmente suggestiva al primo piano del palazzo sarà la ricostruzione virtuale degli splendidi affreschi di Agnolo Gaddi nella cappella della Sacra Cintola in Duomo: si potranno ammirare come se fossero a portata di mano. La videoproiezione, progettata da Roberto Creton, ne consente una visione privilegiata attraverso sequenze video e primi piani su particolari significativi. Accompagnano la visione musiche di Arvo Part, György Ligeti e Philip Glass.

Un’altra videoproiezione è protagonista del mezzanino tra il primo e il secondo piano. Ricostruisce  la storia di Palazzo Pretorio e del Museo, con immagini storiche e attuali.

Ad ogni piano del palazzo sono disponibili touch screen che consentono a tutti l’accesso al nuovo sito del Museo con tutte le informazioni sulla storia del Palazzo e della sua collezione, sulle varie sezioni dell’allestimento, sui principali capolavori.
Grazie a queste postazioni, si potrà avere uno sguardo sull’intero patrimonio artistico della città e sugli altri Musei che aderiscono alla rete PratoMusei (Pecci, Musei Diocesani e Museo del Tessuto).