Milano | La nuova vita dello Studio Museo Francesco Messina inizia con la mostra “Spasibo”

Spasibo

Prende il via con una splendida mostra fotografica, “Spasibo” di Davide Monteleone, la nuova vita dello Studio Museo Francesco Messina.

L’esposizione, in programma dal 24 maggio al 21 giugno 2014, rivela il potenziale del luogo, ed è il primo passo di questa rinascita, quarant’anni dopo la fondazione del museo.

Uno spazio che nasce nel 1974 con la donazione da parte dell’artista Francesco Messina di sculture e disegni al Comune di Milano in cambio della possibilità  di trasformare in studio la chiesa sconsacrata di San Sisto e l’adiacente casa parrocchiale.

In estate, inoltre, il Museo verrà abitato da nuove attività: oltre agli incontri dedicati allo scultore (a cura del TCI) verranno organizzati due cicli di lezioni di storia dell’arte in inglese per i giovani delle suole medie, ma anche per semplici appassionati.

Lo Studio Museo Francesco Messina è uno spazio fortemente identitario, per la storia e la vita che ha ospitato dichiara l’assessore Del Corno -. E’ un luogo della memoria e del presente, un ponte fra la città medievale e l’oggi. La sua ubicazione urbana fra il Duomo e la Darsena, poi, ne fa un punto  d’incontro imprescindibile per i milanesi e per i turisti. Ciò che lo rende speciale è la differenza con i non-luoghi dell’arte dove le opere transitano, mentre noi vogliamo che qui abitino e vivano”.