Firenze | Giorgio Morandi Roberto Longhi. Opere Lettere Scritti

Giorgio Morandi: Natura morta,1948 olio su tela. Collezione Merlini

Nel cinquantenario della scomparsa di Giorgio Morandi avvenuta il 18 giugno 1964 la Fondazione Longhi propone in collaborazione con la Collezione Merlini, un mostra allestita a villa Il Tasso, a Firenze, la casa di Roberto Longhi, ora sede della Fondazione a lui intitolata.

L’esposizione dal titolo “Giorgio Morandi Roberto Longhi. Opere Lettere Scritti” resterà aperta al pubblico dal primo al 22 giugno 2014 ed è curata da Maria Cristina Bandera.

Saranno esposti i Paesaggi e le Nature morte di Morandi appartenute a Longhi e da questi selezionati, accanto ai Fiori donati dal pittore al critico e alla moglie, la scrittrice Anna Banti.

Per questa occasione tornerà ‘a casa’, anche se solo temporaneamente, il Cortile di via Fondazza, 1935, appartenuto per lungo tempo a Longhi, poi donato al proprio medico curante, ora nella raccolta Merlini. La tela sarà accompagnata da altre opere della medesima collezione: due dipinti – Natura morta, 1948 e Fiori, 1957 – e da un acquerello, Natura morta, 1956, dall’importante storia espositiva.

La presenza, inoltre, di tre incisioni donate da Morandi a Longhi, restaurate per questa occasione da Mariella Gnani, curatrice della collezione Merlini, permetterà di ripercorrere il lungo tratto di cammino artistico del grande pittore attraverso le tecniche privilegiate in cui si espresse. In esposizione, anche, alcune lettere autografe di Morandi indirizzate allo storico dell’arte e appunti manoscritti di Longhi dedicati al pittore.

Nelle sale espositive sarà proiettata la registrazione della trasmissione “l’Approdo” in cui Longhi, nel giugno di cinquant’anni fa, ricorda Morandi davanti alla porta d’accesso del proprio studio, affiancata, allora come oggi, da una pianta di oleandro.