Gaetano Pesce. Il tempo della diversità, mostra al MAXXI di Roma

Gaetano Pesce, foto Cecilia Fiorenza
Gaetano Pesce, foto Cecilia Fiorenza

È dedicata a Gaetano Pesce, architetto, designer, artista di fama internazionale, la mostra Il tempo della diversità, che dal 26 giugno al 5 ottobre 2014  è aperta al pubblico al MAXXI di Roma.

L’esposizione, articolata in sette percorsi tematici: Non standard, Persona, Luogo, Difetto, Paesaggio, Corpo, Politica, presenta disegni, bozzetti, schizzi, modelli originali e oggetti in scala al vero.

L’ allestimento è costruito in una prima parte con un sistema di 40 pannelli mobili, che raccontano attraverso diverse espressioni il lavoro di Pesce dagli anni Sessanta ad oggi.

Il tema della diversità, sotteso a tutta l’esposizione, si esprime infatti nell’idea di un allestimento in divenire, in cui il pubblico viene guidato a una lettura sempre diversa della mostra, espressa di volta in volta nella disposizione casuale e variabile dei pannelli.

La seconda parte è pensata in contrapposizione a quella precedente: dalla foresta dei pannelli semoventi, simile a un labirinto, si passa a una sala di più ampio respiro in cui è protagonista una singola opera: una installazione pensata e realizzata appositamente per il MAXXI, che ha per protagonista il Tempo.

Sulla piazza esterna campeggia invece la versione gigante della Up 5&6, la poltrona/icona a forma di donna, creata da Gaetano Pesce nel 1969 per denunciare la condizione femminile.