Siena | Franco Battiato apre Laudetur, Festival Musicale tra Spiritualità e Misticismo

Franco Battiato @ Giovanni Canitano

È in programma nella splendida città di Siena il nuovo Festival musicale Laudetur. Promosso dall’Opera Metropolitana di Siena con la collaborazione di Imarts e Opera Gruppo Civita, il Festival è una grande occasione per ascoltare la musica dello spirito: da quella più propriamente sacra a quella di matrice più trascendentale e contemplativa, al repertorio della tradizione più classica.

Il  Festival prevede quattro straordinari concerti programmati tra luglio e novembre e ospitati in due contesti esclusivi come la Piazza del Duomo e il Duomo di Siena.

Si parte martedì 15 luglio 2014 con lo straordinario concerto di Franco Battiato nella Piazza del Duomo, con un programma incentrato sulla sua produzione ispirata al misticismo e alla spiritualità. Affiancato dall’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, alla quale si aggiungeranno alcuni musicisti del gruppo di Battiato, come Davide Ferrario (chitarre), Carlo Guaitoli (pianoforte e direzione orchestra) e Angelo Privitera (tastiere e programmazione), il concerto proporrà, tra gli altri, brani come “Secondo Imbrunire”, “Il Mito dell’Amore”, “Segnali di Vita”, “Un’Altra Vita”, “No Time No Space”, “Stati di Gioia”,  “Testamento”, “Passacaglia”, “Sui Giardini della Preesistenza”.
La serata del 15 luglio sarà aperta da una eccezionale prima assoluta, l’esecuzione di un concerto per santur – strumento a corde della tradizione classica iraniana – violoncello e archi di Lamberto Curtoni, giovanissimo musicista piacentino allievo del violoncellista Giovanni Sollima, le cui composizioni vengono eseguite da superstar della musica classica come il violista Yuri Bashmet e il violinista Gidon Kremer. Sarà proprio Lamberto Curtoni a suonare il violoncello, affiancato da Alireza Mortazavi al santur e dagli archi della Filarmonica Toscanini, nella prima esecuzione di “Rinnovato Mistero”.

Si prosegue il 28 luglio con il concerto all’interno del Duomo di Frate Alessandro, “la Voce di Assisi”, con l’Ensemble Simphony diretto da Giacomo Loprieno. Nel suo repertorio “Ave Maria” e “O sacrum convivium”, due brani di Domenico Bartolucci, il cardinale compositore e Maestro della Cappella Musicale Pontifica Sistina spentosi di recente, seguiti dal “Panis angelicus” di Cesar Frank, e ancora altre due “Ave Maria”: la prima costruita sull’immortale musica dell’”Intermezzo” della Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni, l’altra composta dal compositore francese Charles Gounod sul giro armonico di un “Preludio” di Bach.

Il programma del festival riprenderà poi a novembre per gli ultimi due appuntamenti.

Sabato 8 novembre 2014, all’interno della Cattedrale, concerto dell‘Orchestra Sinfonica  “Rinaldo Franci” – Città di Siena diretta da Michele Manganelli in un programma dedicato a Wolfgang Amadeus Mozart, del quale verranno lette alcune pagine tra le più alte della sua intera produzione, a partire dalla famosa “Sinfonia in sol minore (op. 40)”.

Il 15 novembre, sempre all’interno del Duomo di Siena, chiuderà la prima edizione del festival Laudetur il direttore d’orchestra e organista tedesco Hansjörg Albrecht, con un programma dedicato a Johannes Sebastian Bach.