Parte a Procida la rassegna R-estate Indifferenti

Procida, Porto, foto di Federica Trapanese
Procida, Porto, foto di Federica Trapanese

Per chi era a Procida giovedì 10 luglio 2014 avrà sicuramente viaggiato nella musica in Terza Classe, con una serata da non lasciare Indifferenti. Infatti, la band Viaggio in Terza Classe canta storie di celebri mascalzoni anglosassoni e di lotte per affrancarsi dalla schiavitù con un sound che ricorda le sonorità britanniche e della Lousiana.

La serata del 10 luglio era la prima di una lunga serie di eventi musicali promossi dall’associazione Indifferenti con lo scopo di trasformare Procida nell’isola della buona musica, sfruttando la vocazione mediterranea, i suoni dei venti, delle onde, i paesaggi mozzafiato ed i profumi intensi, per incorniciare di note e canzoni quel lembo di terra che rimane nel cuore di coloro che hanno la fortuna di approdarvi.

Marco Giaquinto e Chiara Scotti, organizzatori appartenenti agli Indifferenti, presentano il programma delle prossime serate:
16 luglio in Piazza Marina Grande con “FUORI MERCATO” una manifestazione che integra “l’arte del vivere sano” con la buona musica. Si parte con una dimostrazione di Yoga ed esercizi antistress a cura della Fondazione Internazionale Art Of Living, a seguire un Green Happy Hour per degustare specialità vegetariane. A conclusione della serata ROBERTO ANGELINI e PIER CORTESE live in DISCOVERLAND, un progetto musicale nato dall’incontro dei due musicisti cantautori; l’idea è quella di riscoprire e vedere da un’altra prospettiva brani importanti di musicisti e cantautori italiani e stranieri riutilizzati come materia prima di nuovi esperimenti musicali. Il concerto è un mash up di canzoni dove voci, chitarra, steel guitar, iPhone ed elettronica si intrecciano suonando un colore musicale completamente nuovo.
Mercoledì 30 e giovedì 31 luglio sul palco dell’Oratorio Orsa Minore, la compagnia Palco 11zero8 presenta “Lo Schiaccianoci”. Liberamente tratta dal racconto di Ernst Theodor Amadeus Hoffmann, Lo Schiaccianoci è la tradizionale e affascinante favola che incanta grandi e piccini. Tra realtà e finzione, eventi meravigliosi e magici, danze e combattimenti vivono i personaggi di questa storia, qui sviluppata sulla linea della pantomima britannica e con accenti mediterranei che accompagneranno le bellissime musiche del celebre musicista russo Tchaikovsky.
Mercoledì 13 agosto nello splendido scenario seicentesco del Casale Vascello LUCA ROSSI nello spettacolo TAMMORRA SOLO darà vita alla rassegna “IL SUONO DELLE LUCCIOLE – Festival della musica ribelle” un progetto per dar voce a quelle realtà musicali lontane dalle logiche imposte dal mercato, dalla dittatura discografica. Un modo per promuovere e valorizzare la musica “vera”, quella che ci appartiene, che resiste all’appiattimento e al conformismo della società attuale. Le lucciole, di cui Pasolini nel 1975 aveva notato la scomparsa, sono la metafora per rappresentare un mondo di valori, di mores nel senso antropologico di miti, credenze, costumi e mondi vitali. La loro scomparsa è da attribuire alla dittatura del consumismo che ha portato a una omologazione socio-culturale cancellando brutalmente le diverse realtà particolaristiche. Una dissoluzione morale, politica e sociale che tutt’ora resiste.
Infine, presso il ristorante La Torre, presenteremo la rassegna “LORO DI NAPOLI”, che vedrà come ospiti: giovedì 6 agosto FRANCESCO FORNI con FOJA (Dario Sansone) nella performance “Io sono barca e tu tempesta” e giovedì 28 agosto il cantautore FRANCESCO DI BELLA accompagnato dall’insostituibile Alfonso Fofò Bruno, meraviglioso duo del progetto Ballads Cafè”.

L’associazione Indifferenti è composta da giovani volenterosi, sensibili e culturalmente attrezzati, amanti della loro isola e desiderosi di farla conoscere al mondo oltre che per le sue bellezze artistiche e naturali, anche per una programmazione culturale intelligente che coniuga eventi di grande valore e spettacolo non fine a se stesso, ma come l’isola, capace di lasciare traccia quando si riprende il mare per tornare alla vita di tutti i giorni.

Diego Pirozzolo