Hans Richter. Il ritmo dell’avanguardia

Hans Richter, Blauer Mann, 1917, Olio su tela, 61 x 48.5 cm, Kunsthaus Zürich, Donazione della Sig.ra Frida Richter
Hans Richter, Blauer Mann, 1917, Olio su tela, 61 x 48.5 cm, Kunsthaus Zürich

Al Museo d’Arte Lugano (Svizzera) dal 31 agosto al 23 novembre 2014 è in programma la mostra “Hans Richter. Il ritmo dell’avanguardia“, a cura di Elio Schenini e Timothy Benson.

In esposizione quasi 200 opere, tra pitture, disegni, fotografie, film, libri e riviste, dedicate all’artista tedesco, le cui ricerche tra pittura e film costituiscono un capitolo fondamentale nella storia delle avanguardie del Novecento.

Dispiegandosi cronologicamente attorno alle fasi principali che segnano l’avventura artistica di Richter, il percorso espositivo, che include opere di artisti quali Arp, Eggeling, Janco, Jawlensky, van Doesbourg, Moholy Nagy, Man Ray, offre la straordinaria opportunità di confrontarsi con le grandi tematiche che hanno percorso le avanguardie del Novecento e di ripercorrere alcune delle esperienze fondamentali che hanno segnato la storia dei rapporti tra pittura e cinema nel secolo scorso.

La mostra è stata organizzata dal County Museum di Los Angeles e dal Centre Pompidou di Metz, in collaborazione con il Museo d’Arte Lugano.