Padova | Antonio Ievolella. La scultura come arte perenne

 

 

 

 

Antonio Ievolella, I Guardiani della dormiente

È dedicata allo scultore Antonio Ievolella la mostra antologica che dal 25 ottobre 2014 all’ 11 gennaio 2015 rimarrà aperta al pubblico a Padova presso la galleria Cavour e lo spazio urbano della città. La galleria ospiterà piccole sculture, maquettes per le grandi installazioni, disegni e carte con tecniche miste; mentre nello spazio urbano (Loggia della Gran Guardia, piazzale San Giovanni, piazzale Stazione, piazzetta Valentini Terrani, piazzetta Pedrocchi, Porta Santa Croce, via Giotto, via Gozzi, via Gualchiere, riviera Ponti Romani, via San Fermo) il pubblico potrà ammirare dodici sculture monumentali del maestro Beneventano.

Antonio Ievolella, beneventano di nascita e padovano d’adozione, ha sempre concepito la scultura come forma plastica simbolica, carica di evocazioni e di indizi narrativi capaci di riportare alla luce oggetti di una memoria soggettiva ma, allo stesso tempo, arcaica e collettiva. L’artista lavora con materiali che ostentano peso e gravità: all’inizio della sua carriera fu il tufo, poi legno e piombo e, dagli anni Novanta, l’acciaio corten. Le grandi dimensioni fanno parte della sua ispirazione creativa. Il fare imponente, monumentale a partire da forme non figurative ma intensamente allusive, lo hanno condotto alla misura urbana non solo dialogante con gli spazi intorno, ma generatrice essa stessa di senso, in grado di rinominare la realtà pre-esistente.

La mostra, organizzata dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Padova, è curata da Virginia Baradel.