martedì, Settembre 22, 2020
Home Notizie brevi Opere della collezione della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria in mostra

Opere della collezione della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria in mostra

Giuseppe Pellizza da Volpedo, Le ciliegie, 1888-1889, olio su tela, cm 80 x 63,7Negli spazi di Palatium Vetus, ad Alessandria, dal 2 maggio al 26 luglio 2015, sono esposte oltre 60 opere – dipinti, sculture, disegni – della collezione della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.

In mostra opere di pittori e scultori legati al territorio per avervi gravitato culturalmente o per avervi avuto i natali: da Pellizza da Volpedo a Bistolfi, da Morando a Carrà, da Migliara a Morbelli.

Il peso di Pellizza da Volpedo e Morbelli nel delineare i contorni e nel segnare da protagonisti la sintassi del Divisionismo; il contributo di Bistolfi alla scultura simbolista, di cui si può definire il massimo esponente e il determinante ruolo di Carrà nella definizione teorica e nello sviluppo del futurismo così come della pittura metafisica e sul finire degli anni ‘20 nel “ritorno all’ordine”, ovvero alla riscoperta della purezza formale tipica del rinascimento italiano, alla ricerca di atmosfere arcaiche e a immagini senza tempo. Senza dimenticare Migliara, vedutista tra i più raffinati in quella stagione che di poco seguì quella dei Canaletto e dei Bellotto.

Accanto a queste figure di primissimo piano, hanno avuto i natali ad Alessandria molti artisti che, in una dimensione più circoscritta, hanno colto e assimilato l’eredità dei loro maestri e capiscuola. Tra questi Morando e Caffassi, ma soprattutto a Bozzetti il cui peso nella storia dell’incisione italiana è forse ancora in parte da valutare in tutta la sua importanza.

Un’ultima selezione di opere è dedicata alla storica battaglia napoleonica di Marengo, dove si fondono una visione puntuale delle battaglie, la descrizione del paesaggio piemontese e gli eroismi di anonimi militari.

Acquista su Amazon

Acquista su Amazon

MUSICA

TELEVISIONE