Piccoli collezionisti e grandi collezioni

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Villa Necchi Campiglio
Il Museo Bagatti Valsecchi, la Casa Museo Boschi Di Stefano, Villa Necchi Campiglio e il Museo Poldi Pezzoli propongono il nuovo itinerario per famiglie “Piccoli collezionisti e grandi collezioni“.
I piccoli visitatori andranno alla scoperta delle quattro Case Museo di Milano per risolvere un mistero, che sarà svelato solo completando un divertente cruciverba.
L’iniziativa, partita in questo primo weekend di ottobre, terminerà il 10 gennaio 2016.

Grazie al cruciverba i bambini scopriranno le opere d’arte e i segreti delle quattro Case Museo di Milano, aiutando così Ambrogio, l’anziano corniciaio, a scoprire il mistero relativo alla mappa delle quattro case trovata sul retro della tela di un quadro. Essa, infatti, risulta difficilmente interpretabile dal momento che mancano molte parole: il compito dei piccoli enigmisti sarà, dunque, quello di cercare le parole chiave mancanti visitando le quattro sedi museali. Chi risolverà il cruciverba e troverà la parola chiave relativa a ciascuna casa museo riceverà in regalo una cornice magnetica che riproduce quella di un quadro presente nelle collezioni, mentre per chi completerà il percorso risolvendo tutti e quattro i cruciverba è previsto un ulteriore premio: una chiave magnetica che riproduce il logo delle Case Museo.

«La cultura è anche divertimento e gioco per gli adulti – ha dichiarato l’assessore alla Cultura di Milano Filippo Del Corno – figuriamoci per i bambini. Si tratta di un’idea davvero molto azzeccata per stimolare grandi e piccini a conoscere le bellissime Case Museo di Milano. Compilare un cruciverba è un gioco che appassiona molto i bambini e in più permette loro di apprendere cose che potranno rimanere impresse nella memoria per tutta la vita. Resteranno a bocca aperta i bambini che visiteranno la fastosa dimora dei fratelli Fausto e Giuseppe Bagatti Valsecchi, oppure la nobile casa Gian Giacomo Poldi Pezzoli con i loro dipinti ma anche le sculture, le armi, gli orologi e gli arazzi. Nella bellissima Villa Necchi Campiglio, e nel suo giardino, i ragazzini ammireranno importanti opere d’arte e scopriranno come viveva l’alta borghesia industriale lombarda nella prima metà del ‘900».
«Inoltre – ha concluso l’assessore Del Corno – nella Casa Museo di Antonio Boschi e Marieda Di Stefano, che fu donata al Comune di Milano nel 1973, i bambini scopriranno la forza delle opere di grandi artisti moderni e contemporanei come Boccioni, Sironi, Sironi, Morandi, De Pisis, de Chirico, Manzoni».

Il gioco è stato pensato per famiglie con bambini dai 5 agli 11 anni. L’iniziativa si svolge da sabato 3 ottobre ogni sabato e domenica fino al 10 gennaio 2016. Giovani volontari accoglieranno le famiglie.

Share.

Comments are closed.