Le ceramiche di Montelupo nei musei di tutto il mondo

Si terrà a Montelupo, presso la nuova sede operativa del Gruppo Archeologico, venerdì 23 ottobre 2015, un convegno internazionale dal titolo Le ceramiche di Montelupo nei musei di tutto il mondo, volto a indagare le collezioni sia italiane che straniere, nelle quali sono presenti maioliche montelupine e le motivazioni della loro ampia diffusione.

Molti saranno gli argomenti e le curiosità di cui si parlerà nel corso dei lavori, come il fatto che la diffusione della ceramica di Montelupo è in parte correlata al fenomeno culturale del Grand Tour, che fece dell’Italia la meta agognata dei lunghi viaggi, intrapresi dai giovani esponenti dei ceti dominanti europei al fine di consolidare la cultura classica ricevuta nei paesi d’origine. È proprio con il moltiplicarsi di questi percorsi di formazione, che la ceramica smaltata ha assunto un ruolo significativo tra i documenti che si usava raccogliere come tangibili “ricordi” della residenza italiana. Attratti dall’Antichità e dal Rinascimento, questi colti “viaggiatori” cadevano facilmente preda delle splendenti maioliche italiane, ed in specie di quelle “istoriate”, sulle quali si vedevano dipinti gli episodi biblici ed i più noti “fatti” della storia di Roma.

Il programma della giornata (dalle 9.30 alle 18.30) vede gli interventi di Fausto Berti, responsabile scientifico del patrimonio archeologico del Comune di Montelupo Fiorentino; Carmen Ravanelli Guidotti, Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza; Marino Marini, Museo Nazionale del Palazzo del Bargello, Firenze; Timothy Wilson, Ashmolean Museum, Oxford; Katarzyna Swietlicka, Museo Nazionale di Varsavia; Anna Szkurlat, Castello Reale di Varsavia; Alessandra Marino, Soprintendente per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Firenze, Pistoia e Prato.

All’interno del convegno si terrà la premiazione della Prima Edizione del Premio Internazionale di Arte Ceramica Baccio da Montelupo rivolto ad artisti, aziende, ceramisti, scuole d’arte e designer, per l’elaborazione di un progetto legato alla ceramica. Protagonista di questa edizione 2015, il piatto.

Il convegno è anche la prima occasione ufficiale in cui il Gruppo Archeologico, autore di moltissime scoperte legate alla ceramica di Montelupo e della ricostruzione di numerosi reperti rinvenuti negli scavi di vecchie fornaci medioevali, apre la nuova sede al pubblico.