venerdì, Settembre 25, 2020
Home Mostre ed Eventi Il Museo Bailo di Treviso riapre al pubblico

Il Museo Bailo di Treviso riapre al pubblico

Museo Bailo, Interno, Fotografia di Marco Zanta
Museo Bailo, Interno, Fotografia di Marco Zanta

Dopo quasi 12 anni e dopo interventi architettonici e museografici, il Museo Bailo – Galleria del Novecento – di Treviso è stato riaperto al pubblico il 30 ottobre 2015 alla presenza del Ministro Dario Franceschini.
Filo conduttore del progetto espositivo è rappresentato dalla collezione civica di Arturo Martini (1889-1947), uno dei maggiori rappresentanti della scultura del Novecento.
Sono quasi 140 le opere dell’artista trevigiano qui esposte: terracotte, gessi, sculture in pietra, bronzi, opere grafiche e ceramiche, tra cui il gesso originale della “Fanciulla piena d’amore”, le “Allegorie del Mare e della Terra” in cemento, il famosissimo bronzo della “Pisana” o l’esemplare unico della terracotta “Venere dei porti”.

Il percorso museale procede in senso cronologico, fra il primo piano e il pianterreno, offrendo l’opportunità d’inediti confronti e relazioni: dai prodromi dell’esperienza martiniana rintracciabili nel verismo di alcuni artisti veneti della seconda metà dell’800, in particolare Luigi Serena e Giovanni Apollonio, ai compagni di viaggio nella sperimentazione e nell’interpretazione delle avanguardie come Gino Rossi – di cui il Museo espone anche l’importante “Fanciulla del fiore” concessa in deposito a lungo termine da Antonio Lovisatti – fino agli eredi ed epigoni di Martini nella difficile stagione fra le due guerre mondiali, da Carlo Conte a Giovanni Barbisan.

Studiato da Maria E. Gerhardinger, Emilio Lippi, Eugenio Manzato, Marta Mazza e Nico Stringa, l’indirizzo museologico – che prevede l’esposizione di oltre 300 opere delle ricche collezioni civiche – ha trovato piena corrispondenza nel progetto architettonico e di allestimento vincitore della selezione, proposto dallo Studiomas di Padova, con il team di architetti e museografi Marco Rapposelli, Piero Puggina e Heinz Tesar.

Acquista su Amazon

Acquista su Amazon

MUSICA

TELEVISIONE