Firenze, al Museo Novecento tre incontri per raccontare gli anni Ottanta

AnniottantaIl Museo Novecento di Firenze presenta nel mese di febbraio un nuovo ciclo di conferenze dal titolo Anniottanta. In programma tre incontri per raccontare il vivace clima culturale degli anni Ottanta, quando Firenze si afferma come uno dei centri più vitali della penisola.
Musicisti, registi, scrittori e protagonisti di quegli anni ripercorrono le vicende di un decennio segnato dal dilagare dell’arte nei locali, nelle discoteche e negli atelier di moda, in insolite ibridazioni che intrecciano low culture e sofisticate ricerche artistiche.

Il programma:
Mercoledì 10 febbraio 2016 ore 17.30
Giancarlo Cauteruccio e Dario Evola
Post-avanguardia, nuova spettacolarità: il teatro della post modernità.

Un viaggio nelle estetiche di un fenomeno artistico che ha caratterizzato un’intera generazione di artisti della scena contemporanea. Accompagnati da numerosi materiali audiovisivi, Giancarlo Cauteruccio e Dario Evola si immergeranno nella consistente opera di Krypton per raccontare il panorama creativo degli anni Ottanta che ha visto manifestarsi una vera e propria rivoluzione estetica nell’ambito delle arti sceniche.
L’incontro sarà l’occasione per soffermarsi sul contenuto di alcuni libri tra i quali Teatri di Luce di Giancarlo Cauteruccio, Nero Chiaro a cura di Gabriele Frasca, Teatro Studio Krypton/Trent’Anni di solitudine a cura di Simone Nebbia, Epica di un Migrante/ Eneide di Krypton a cura di Giuliano Compagno, Samuel Beckett, Nel buio di un teatro accecante a cura di Giancarlo Cauteruccio con saggi di Dario Evola.

Mercoledì 17 febbraio 2016 ore 17.30
Bruno Casini dialoga con Nicola Vannini, Antonio Aiazzi e Gianni Maroccolo
Walk on the wild Side.

Una canzone di Lou Reed per raccontare le atmosfere fiorentine e le avventure culturali di un decennio declamato, osannato e mitizzato da molti scrittori e protagonisti. Si parlerà di musica e di clubbing a Firenze durante il “Rinascimento Rock” ovvero il “week end postmoderno” di Pier Vittorio Tondelli. Si parlerà di etichette indipendenti, di concerti, di festival, di contaminazioni culturali, di radio, di fanzines, di momenti spettacolari in una città eclettica ed internazionale.
Oltre alla visione di materiali e testimonianze, la conferenza sarà accompagnata dalla lettura di alcuni testi di Dimitri Milopulos sulle atmosfere di quegli anni.

Mercoledì 24 febbraio 2016 ore 17.30
Daniele Locchi, Bruno Casini, Leonardo Tozzi, Gimmy Tranquillo e Antonio Glessi
Viva la Notte Viva. Assonanze e dissonanze di notti avventurose.

Tra ricordi, testimonianze e letture sceniche la conferenza ripercorrerà le atmosfere e le generazioni del Tenax, uno dei nightclubbing più innovativi d’Italia. Note e immagini selezionate da Deliri Progressivi, associazione di Roby Bruno e Annamaria Pecoraro, accompagneranno i racconti di Daniele Locchi direttore artistico tra l’81 e l’87 del teatro-discoteca Tenax, Leonardo Tozzi direttore della rivista Firenze Spettacolo, Gimmy Tranquillo redattore di Controradio e collaboratore del Tenax, Bruno Casini direttore artistico del club Manila e Antonio Glessi dei Giovanotti Mondani Meccanici (GMM).