Marco Introini, Ritratti di monumenti in mostra al MAGA di Gallarate

Marco Introini, Galleria Vittorio Emanuele, Milano, 2014, 100x75 cm
Marco Introini, Galleria Vittorio Emanuele, Milano, 2014, 100×75 cm

Il MAGA – Museo Arte di Gallarate (VA) ospita, dal 20 febbraio al 28 marzo 2016, la mostra di Marco Introini dal titolo Ritratti di monumenti.
In esposizione 30 fotografie inedite dell’artista milanese che nascono dal suo interesse per l’architettura e per il monumento inteso come documento e stratificazione materiale della memoria collettiva.

Oggetto dell’indagine sono alcuni importanti edifici storici, che sono stati recentemente oggetto di restauro a cura di Gasparoli Srl, come la Ca’ Granda, la Galleria Vittorio Emanuele, la Casa Manzoni, Sant’Ambrogio, San Lorenzo, a Milano, la Villa Reale di Monza, e ancora l’oratorio Visconteo di Albizzate (VA).

Fotografare i processi evolutivi urbani è una pratica che ha sempre accompagnato l’attività di Marco Introini e costituisce strumento originale per una riflessione sull’architettura e sulla città.
La volontà di documentare il gesto conservativo e artistico del restauro diventa occasione per creare opere d’arte capaci di raccontare la storia – e la cura del patrimonio – con immagini di grande intensità artistica.
La cifra più caratteristica delle fotografie di Marco Introini sta nella luce nitida che avvolge le architetture ritratte e porta alla celebrazione della cultura materiale.
Se l’architettura nasce per essere vissuta e la fotografia per immortalare un momento irripetibile, nelle opere di Introini, i due atteggiamenti si invertono; in questo caso, sono le immagini a raccontare la possibilità di vivere uno spazio che sembra perfetto.