Caravaggio e i Caravaggeschi in mostra a Tokyo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Caravaggio, Maddalena in estasi

Caravaggio, Maddalena in estasi

Il Museo Nazionale di Arte Occidentale di Tokyo, dal primo marzo al 12 giugno 2016, ospita una mostra dedicata a Caravaggio e ai Caravaggeschi che per la prima volta svela la celebre “Maddalena in estasi“, di recente attribuzione grazie alla storica dell’arte Mina Gregori.
Già sono 20 mila i visitatori che nella prima settimana di apertura hanno potuto ammirare i capolavori esposti. La mostra mette insieme 11 opere del grande Maestro e oltre 40 dipinti di altri artisti del suo tempo in un gioco complesso di confronti, influenze, dialoghi e rivalità.
L’esposizione, che ha per titolo “Caravaggio and His Time: Friends, Rivals and Enemies”, rientra negli eventi che celebrano il 150° Anniversario del Trattato di Amicizia tra Giappone e Italia.

Come ha spiegato l’Ambasciatore italiano a Tokyo Domenico Giorgi «la mostra dedicata a Caravaggio si colloca tra gli eventi più significativi organizzati quest’anno per celebrare il 150mo anniversario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Giappone e rappresenta per il pubblico giapponese, che tanto apprezza l’arte italiana, un’occasione unica di ammirare il percorso artistico del pittore e il suo impatto sull’arte europea».

Il percorso della mostra è divisa in aree tematiche, (I cinque sensi, La buona ventura, La luce, Le decapitazioni, La vergine e i santi, La natura morta, I ritratti, Ecce Homo) ed è arricchito dalla presenza di preziosi volumi provenienti dall’Archivio di Stato che rivelano, con documenti originali del Seicento, una parte umana e una sfera inaspettata e curiosa della vita privata di Caravaggio.
In questa mostra convivono le più alte testimonianze della grande storia dell’arte, il “Narciso” proveniente dalle Gallerie Nazionali di Roma, “La buona ventura“, dei Musei capitolini, il “Bacco” degli Uffizi, la “Cena di Emmaus“, dalla Pinacoteca di Brera, e micro frammenti di cronache vere del Seicento in una narrazione ricca di sorprese e vere curiosità.

L’esposizione, curata da Rossella Vodret e da Yusuke Kawase, è organizzata da MondoMostre insieme con The National Museum of Western Art di Tokyo, la NHK Japan Broadcasting Corporation, la NHK Promotions Inc. e The Yomiuri Shimbun, con il patrocinio del  Ministero degli Affari Esteri del Giappone e delle ambasciate italiana e giapponese.

Share.

Comments are closed.