HomeMostre ed EventiMosè Bianchi, La Milano scomparsa - Mostra alla GAM Manzoni

Mosè Bianchi, La Milano scomparsa – Mostra alla GAM Manzoni

Mosè Bianchi, Le colonne di S. Lorenzo, 1890. Olio su tela 48x75,5 cm
Mosè Bianchi, Le colonne di S. Lorenzo, 1890. Olio su tela 48×75,5 cm

La GAM Manzoni Centro Studi per l’Arte Moderna e Contemporanea di Milano ospita, dal 18 marzo al 26 giugno 2016, una mostra dedicata a Mosè Bianchi (Monza, 1840 – 1904).
Considerato uno dei più importanti pittori lombardi del XIX secolo, l’artista seppe immortalare sulle sue tele il fascino della Milano del suo tempo.

- Advertisement -

Le sue opere arricchiscono le raccolte dei principali musei milanesi come la Galleria d’Arte Moderna, la Pinacoteca di Brera, la Pinacoteca Ambrosiana e le Gallerie d’Italia e sono la testimonianza dell’interesse collezionistico nei suoi confronti che affonda le proprie radici nella borghesia di fine Ottocento.

Curata da Enzo Savoia e da Francesco Luigi Maspes, l’esposizione ripercorre le tappe fondamentali della carriera del pittore monzese attraverso la selezione di trenta capolavori – alcuni dei quali mai esposti in pubblico – provenienti da prestigiose collezioni private, privilegiando le opere eseguite a Milano tra il 1865 e il 1895 circa.

Il nucleo centrale è dedicato alle vedute della Milano dell’epoca con opere come Uscita dalla chiesa, Milano di notte, La darsena di Porta Ticinese, Le colonne di San Lorenzo, Il Carrobbio; la mostra prosegue poi con quadri di genere come Il maestro di scuola, Saltimbanchi, La dama del pappagallo, Maternità, La pittrice, a tema storico/allegorico (Studio per la Guerra) e vedute di Venezia e di Chioggia (Marina a Chioggia, Il Molo a Chioggia).

- Advertisement -

Accompagna la mostra un catalogo pubblicato da GAMManzoni edizioni con un saggio introduttivo di Nicoletta Colombo e un testo di Elisabetta Staudacher sui rapporti tra il pittore e le realtà culturali cittadine.

- Advertisement -
- Advertisment -

MUSICA

TELEVISIONE