Venezia | I programmi didattici della Collezione Peggy Guggenheim

0

Collezione Peggy Guggenheim - Attività didattiche - Ph. Matteo de FinaÈ stata presentata a Venezia l’ampia programmazione delle attività didattiche che la Collezione Peggy Guggenheim dedica, ormai da anni, al mondo della scuola, alle famiglie, ai bambini e ai propri soci.

Il team del Dipartimento Educazione della Collezione, entrando nello specifico di tutta la programmazione, ha ricordato come le tante proposte del museo veneziano abbiano, dallo scorso 30 marzo, un proprio luogo dedicato, ovvero una nuova aula didattica. Ideata come spazio flessibile, funzionale ai diversi utilizzi, si tratta di un’area preposta allo svolgimento dei laboratori didattici per i più piccoli e, al contempo, come sala per l’incontro, il confronto e la formazione per gli adulti.

La programmazione parte dalla XV edizione di A scuola di Guggenheim, programma del museo nato nel 2002 in collaborazione con la Regione del Veneto, rivolto alle scuole venete di ogni ordine e grado che promuove progetti, attività e iniziative volti all’inserimento dell’arte moderna e contemporanea nei Piani dell’Offerta Formativa scolastica.

Nel corso del 2018 ritornerà Kids Creative Lab, il programma destinato alle scuole primarie di tutta Italia realizzato con il sostegno di OVS, dopo il successo record della quinta edizione, lo scorso anno, che ha visto la partecipazione di 1.400.000 bambini, 50.000 classi e 6.000 scuole. Anche quest’anno Kids Creative Lab coinvolgerà un artista di fama internazionale nello sviluppo di un progetto che sarà svelato nelle prossime settimane.

Per il secondo anno consecutivo la Collezione Peggy Guggenheim partecipa, inoltre, a Tutta un’altra ASL, progetto di Alternanza Scuola Lavoro realizzato in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale e la Fondazione di Venezia. Nell’ottica di un coinvolgimento sempre più attivo delle Scuole Secondarie di II grado all’interno delle proposte educative della Collezione, un gruppo di studenti provenienti dai licei del territorio avrà la possibilità di partecipare in prima persona alla vita del museo, scoprendo diverse professionalità e aspetti del lavoro che viene svolto quotidianamente in un’istituzione culturale internazionale.

Infine, accanto alle visite guidate a pagamento condotte in differenti lingue durante l’orario di apertura del museo, la Collezione Peggy Guggenheim offre ai gruppi scolastici l’occasione di visitare le sale espositive a partire dalle 9 del mattino, prima dell’orario di apertura al pubblico, beneficiando di una visita guidata gratuita. Grazie a Prima Visione, bambini e ragazzi possono godere di un momento dedicato e di un contesto privilegiato per sviluppare una relazione intima con l’opera d’arte tramite l’osservazione lenta e approfondita. Le visite di Prima Visione sono guidate da studenti dell’Università Ca’ Foscari formati sulla collezione di Peggy Guggenheim e specializzati nella conduzione di visite destinate alle classi di tutti gli ordini e gradi scolari.

Non manca naturalmente all’appello Doppio Senso. Percorsi Tattili alla Collezione Peggy Guggenheim, progetto con il quale, nell’autunno del 2015, Palazzo Venier dei Leoni ha aperto il proprio patrimonio artistico al pubblico con disabilità visive, iniziando un processo di sensibilizzazione alla conoscenza dell’arte attraverso il tatto. Per il terzo anno consecutivo, con cadenza mensile, il museo continua a portare avanti il programma con una serie di visite guidate e laboratori per non vedenti, ipovedenti e vedenti, adulti e bambini, che portano i partecipanti ad approfondire ulteriori opere della collezione.

Ricca è anche la programmazione per le famiglie-socie del museo, che quest’anno verranno coinvolte nel progetto Be Magic!: declinato in sei appuntamenti, in altrettanti luoghi, fino a marzo 2018, e incentrato sulle tematiche di magia e mistero, si tratta di una serie di laboratori, originali e creativi, che coinvolgeranno diverse realtà cittadine, facendo vivere ai partecipanti un’esperienza unica all’insegna di meraviglia e stupore.

Infine, costante del museo per i piccoli visitatori sono i Kids Day, i laboratori didattici domenicali, gratuiti, per bambini dai 4 ai 10 anni, ideati allo scopo di introdurre i partecipanti all’arte moderna e contemporanea in modo continuativo, accessibile e interessante.

Comments are closed.