15 Dicembre 2019
Home Design Rick Owens alla Triennale di Milano

Rick Owens alla Triennale di Milano

Rick Owens, da Micol Biassoni (Triennale)La Triennale di Milano presenta, dal 15 dicembre 2017 al 25 marzo 2018, la mostra ” Rick Owens. Subhuman Inhuman Superhuman“, curata da Eleonora Fiorani del settore moda della Triennale.

La retrospettiva è interamente dedicata al visionario stilista e furniture designer Rick Owens che è autore della sua stessa narrativa e ha curato una selezione di abiti, accessori, arredi, opere grafiche e pubblicazioni scelti tra quelli che ha realizzato in oltre vent’anni di carriera.

Ispirandosi a opere di artisti e scrittori, Owens ha sempre lavorato riconoscendo e mettendo in risalto attimi di bellezza solitamente trascurati. Il fulcro di questa retrospettiva è un’installazione scultorea, un lavoro che percorre l’intero spazio espositivo. La scultura assume la forma di una gigantesca struttura materica che unisce cemento, gigli, sabbia dell’Adriatico e capelli dello stesso stilista e diviene metafora dell’eterno e primordiale impulso creativo che porta avanti l’umanità, nel bene e nel male.

«Volevo prendere ciò che un mondo sprezzante può deridere, per trasformarlo in qualcosa di buono, empatico, gentile ed inclusivo – dichiara Rick Owens -. Se riuscirò mai a offuscare anche solo leggermente i rigidi parametri di ciò che è considerato bello o accettabile dalla nostra generazione, sentirò di aver contribuito a un potenziale cambiamento positivo di questo mondo».

La mostra presenta anche una speciale box in edizione limitata, prodotta da Electa, contenente testi, immagini tratte da collaborazioni con fotografi, oggetti e il profumo inedito di Rick Owens allo zibetto e ambra grigia.

Nato a Porterville, California, Rick Owens ha lanciato nel 1994 la linea che porta il suo nome. La sua prima sfilata a New York è stata sostenuta da Anna Wintour e Vogue USA. Nel 2003 si è trasferito a Parigi, città che è diventata il centro operativo della sua attività. Nel luglio 2005 Owens ha presentato una collezione di arredi realizzati in compensato grezzo, marmo e corna di alce americano, successivamente esposta al Musée d’Art Moderne di Parigi e al Museum of Contemporary Art di Los Angeles.
Nel giugno 2017 è stato insignito dal Council of Fashion Designers of America con il Lifetime Achievement Award, dopo aver già conseguito nel 2002 il Perry Ellis Award for Emerging Talent. Nel 2007 è stato premiato con il Cooper-Hewitt National Design Award e il Fashion Group International Rule Breaker Award.

MUSICA

Eros Ramazzotti a Firenze con “Vita ce n’è World Tour”

Eros Ramazzotti con il suo il Vita ce n’è World Tour fa tappa a Firenze. L'appuntamento...

Tosca di Puccini apre la stagione d’opera del Teatro alla Scala

Ad inaugurare la Stagione d’Opera 2019/2020 del Teatro alla Scala di Milano, sabato 7 dicembre 2019, sarà Tosca, melodramma in tre atti...

TELEVISIONE

Sonia Bergamasco ad “Apprendisti stregoni” – Rai5

L’attrice Sonia Bergamasco è la protagonista del nuovo appuntamento con la serie di Rai Cultura “Apprendisti stregoni”,...

La Gaia Scienza – La rivolta degli oggetti – Rai5

Nel 1976 i fondatori de “La Gaia Scienza”, Giorgio Barberio Corsetti, Marco Solari e Alessandra Vanzi, proponevano...