HomeFotografiaOliviero Toscani, Più di cinquant’anni di magnifici fallimenti in mostra a Otranto

Oliviero Toscani, Più di cinquant’anni di magnifici fallimenti in mostra a Otranto

Oliviero Toscani, ©olivierotoscani, Suora e Prete

Le sale del Castello Aragonese di Otranto (Lecce) ospitano, dal 20 gennaio al 31 marzo 2018, la mostra di Oliviero Toscani dal titolo “Più di cinquant’anni di magnifici fallimenti“.

- Advertisement -

L’esposizione, curata da Nicolas Ballario e coordinata da Lorenzo Madaro, presenta le immagini più note del fotografo milanese che hanno fatto discutere il mondo su temi come il razzismo, la pena di morte, l’AIDS e la guerra.

Tra i lavori in mostra il celebre Bacio tra prete e suora del 1991, i Tre Cuori White/Black/Yellow del 1996, No-Anorexia del 2007 e tantissimi altri.

In mostra anche i lavori realizzati per il mondo della moda, che Oliviero Toscani ha contribuito a cambiare radicalmente, dalle celebri fotografie di Donna Jordan fino a quelle di Monica Bellucci, oltre ai ritratti di Mick Jagger, Lou Reed, Federico Fellini e i più grandi protagonisti della cultura dagli anni Settanta in poi.
In questa straordinaria galleria di ritratti, anche quello dedicato al genio di “Nostra signora dei Turchi”, Carmelo Bene.

- Advertisement -

Sono inoltre esposte alcune fotografie del progetto Razza Umana, che Oliviero Toscani da anni porta avanti realizzando ritratti nelle strade e nelle piazze del Mondo.

«Razza Umana è frutto di un soggetto collettivo – ha scritto il critico d’arte e curatore Achille Bonito Oliva – lo studio di Oliviero Toscani inviato speciale nella realtà della omologazione e della globalizzazione. Con la sua ottica frontale ci consegna una infinita galleria di ritratti che confermano il ruolo dell’arte e della fotografia: rappresentare un valore che è quello della coesistenza delle differenze».

- Advertisement -
- Advertisment -

MUSICA

TELEVISIONE