Alice Merton conquista le radio e le classifiche italiane con “No Roots”

Alice MertonAlice Merton, la ragazza “senza radici” è la prima nuova artista del 2018 alla conquista delle classifiche italiane con “No Roots”, prima nuova hit dell’anno.

No Roots” entrata in rotazione nei network più importanti del Paese, ha raggiunto in pochissimi giorni il 17° posto della classifica radio – highest new entry – e il 32° di quella TV, è entrata nella top 30 di iTunes (al 25°).

Dopo un atteso tour americano inaugurato a novembre, Alice Merton ha annunciato il tour europeo che partirà dagli Eurosonic a gennaio e che, in primavera, toccherà anche l’Italia con un’unica, esclusiva data.

La storia di “No Roots” inizia nel 2017, e ha già raggiunto numeri da capogiro. Con oltre 600mila vendite in Europa, 48 milioni di views su Youtube, la Top 10 di iTunes in oltre dieci nazioni, i primi posti delle Single Charts in Europa (Disco di Platino in Germania e Disco D’Oro in Francia e Austria) e 80 milioni di streams.

La giovanissima Alice Merton, già vincitrice del prestigioso European Borden Breaking Awards 2018 – premio riservato ad artisti del calibro di Adele e Stromae – sta conquistando il mondo con questo suo incredibile debutto.

Alice Merton cresciuta in Canada, ha completato gli studi in Germania e successivamente si è trasferita in Inghilterra con la sua famiglia. Con il suo singolo di debutto “No Roots” descrive di aver avuto diversi posti in cui sentirsi a casa e l’aver capito col tempo che “casa sua” non poteva essere definita in un solo luogo. A cinque anni inizia a frequentare corsi di pianoforte e quattro anni più tardi viene introdotta alle lezioni di canto. Dopo aver passato diversi anni a frequentare insegnamenti “classici”, Alice scopre l’arte del songwriting durante gli studi in Germania. A 16 anni Alice Merton scrive la sua prima canzone, una “ode” alla nostalgia di casa dal titolo “Little Lightouse”. Così va avanti a studiare la scrittura delle canzoni e insegue il suo sogno: diventare una cantante e songwriter.