Laboratori didattici ispirati a Bruno Munari

Laboratori didattici ispirati a Bruno MunariLa Casina di Raffaello a Roma propone, dal primo febbraio al primo aprile 2018, due laboratori didattici liberamente ispirati a Bruno Munari, uno dei più grandi protagonisti dell’arte, del design e della grafica del XX secolo.

Nel corso del “laboratorio tattile” i bambini hanno modo di sperimentare le diverse sensazioni tattili e potenziare l’apparato plurisensoriale come strumento di conoscenza. Seduti intorno ad un tavolo, come in una sorta di girotondo tattile i giovani ospiti si cimenteranno in diverse attività manuali, dalla realizzazione di un catalogo alla creazione di una tavole tattile o all’invenzione di una storia tattile.

Ancora, nel “laboratorio sul punto” il processo di scoperta e conoscenza partirà da un gesto semplice e immediato, come quello di disegnare un punto per poi declinarlo in tutte le possibili varianti: un modo per scoprire come la variante, ossia l’imprevisto, porti alla novità, dove invece la regola conduce alla sicurezza. Un esercizio utile, dunque, alla formazione di una mentalità elastica.

Entrambi i laboratori, che confermano la vocazione della struttura a spazio destinato allo sviluppo del pensiero creativo, sin dalla prima infanzia, prevedono un momento di scambio e condivisione e terminano con l’allestimento di una piccola mostra o di pannelli visivi.

E’ invece all’insegna del binomio ‘Natura e Cultura’ la visita didattica Villa Borghese e la “Preparazione di un piccolo erbario”. Dopo una breve escursione nel parco, muniti di copie di antiche mappe, i bambini si dedicheranno all’osservazione, alla classificazione e alla raccolta di semplici e comuni essenze vegetali, per poi passare all’esecuzione di facili tecniche di essiccazione.