Gilberto Gil e Margareth Menezes a Umbria Jazz 18

Gilberto GilGilberto Gil il 14 luglio 2018 (Arena Santa Giuliana, Perugia) torna a Umbria Jazz per rievocare e celebrare, a 40 anni di distanza, uno dei suoi progetti più belli. Il titolo è Refavela 40, dal disco che Gil incise nel 1977 dopo aver partecipato al festival di musica africana di Lagos, Nigeria.

Un disco dedicato alle favelas, tipologia urbanistica e sociale, soprattutto metropolitana, che, come Gil ebbe modo di vedere, non cambiava molto da Lagos a Salvador de Bahia e nel resto del Brasile.
Musicalmente, uno dei dischi più “africani” di Gilberto Gil con forti venature funk. Anche per questo, è considerato un lavoro ponte tra l’Africa e la parte più Nera del Brasile.
In questa operazione di rivisitazione, 40 anni dopo, con Gil ci sono il figlio Bem, Chiara Civello, Mayra Andrade e Mestrinho.

Gilberto Gil è una icona della musica del mondo per aver saputo incrociare le ricchissime tradizioni del Brasile, in particolare quelle di Bahia, con le radici africane da un lato e i nuovi suoni (rock, pop, reggae) dall’altro. Una operazione di “internazionalizzazione” della cultura Brasiliana che già negli anni Sessanta, proprio grazie a Gil, Caetano Veloso ed altri, ha assunto i caratteri estetici e programmatici del Tropicalismo, e che è continuata con il forzato esilio, in seguito alla dittatura militare, di Gil, Veloso e altri esponenti di quel movimento nei paesi europei.

Una vicenda artistica straordinaria quella dell’artista baiano (60 dischi, 9 Grammy) ma anche intellettuale e politica: Gilberto Gil è stato ministro della cultura del Brasile, in Francia gli è stata assegnata la Legion d’Honneur, è stato nominato dall’Unesco Artist for peace e Ambasciatore della FAO. Un personaggio di grande carisma nella scena della musica mondiale.

Margareth MenezesSempre il 14 luglio all’Arena Santa Giuliana esordio a Umbria Jazz dell’artista brasiliana Margareth Menezes.
Cantante, songwriter, danzatrice, attrice, ha vinto premi e riscosso un successo internazionale con dischi e soprattutto tour. La sua reputazione, a partire dai colleghi e dalla critica specializzata, è grandissima, in Brasile e fuori.

La carriera di Margareth Menezes è cominciata nei locali di Bahia e naturalmente nei festeggiamenti del Carnevale. Più tardi ha collaborato con altre star della musica brasiliana come Tribalistas, Caetano Veloso, Maria Bethania, Gilberto Gil, Carlinhos Brown.
I suoi dischi, in cui mescola axé, samba e MPB con pop, funk, reggae e afrobeat, hanno fatto di lei un’artista di levatura internazionale.