Ettore Tito, tra realtà e seduzione – Mostra a Milano

Ettore Tito, Il lago di Alleghe, olio su tela 140 x 200 cm
Ettore Tito, Il lago di Alleghe, olio su tela 140 x 200 cm

Le Gallerie Enrico di Milano ospitano, dal 16 marzo al 26 maggio 2018, la mostra ” Ettore Tito, tra realtà e seduzione“, curata da Elisabetta Staudacher.

A novant’anni dalla sua ultima personale milanese, allestita nel 1928 nelle sale della Galleria Pesaro, l’esposizione presenta 20 opere del pittore veneziano, tra cui alcuni capolavori provenienti da collezioni straniere.

La rassegna permette di ripercorrere l’intensa attività di Ettore Tito (1859-1941), i cui lavori sono ospitati dai più prestigiosi musei d’ Italia e internazionali, a partire dagli anni ottanta dell’Ottocento, con dipinti ispirati alla vita veneziana, particolarmente apprezzati dal mercato inglese, fino agli anni Trenta del XX secolo, con soggetti simbolisti e intimisti, caratterizzati da una pennellata fresca.

Inoltre, viene presentato l’Archivio Ettore Tito nato da un’iniziativa di Angelo Enrico e di Francesco Luigi Maspes e impegnato nell’archiviazione delle sue opere pittoriche ai fini della realizzazione del Catalogo ragionato.

Tra i dipinti compiuti negli anni Ottanta La fa la modela, ispirato al celebre dipinto con cui l’artista si affermò all’esposizione di Belle Arti di Milano nel 1884. Del 1892 è Raggi di sole, con le figure femminili ritratte all’ombra di un pergolato, presentato con successo nell’anno di esecuzione a Monaco di Baviera. Del 1893 è il Lago di Alleghe, quadro proveniente dalla storica collezione milanese di Paolo Ingegnoli, esposto alla seconda Triennale di Brera del 1894 e all’Esposizione Universale di Parigi del 1900.

In mostra, inoltre, alcune significative riscoperte tra cui Il convegno, tela di dimensioni importanti, presentata alla Biennale di Venezia nel 1936, venduta in quella circostanza e rimasta fino ad oggi lontano dalle scene espositive.

Con questa iniziativa, prosegue l’attività di valorizzazione della pittura italiana dell’Ottocento, proposta delle Gallerie Enrico di Milano, con approfondimenti su figure emblematiche quali Antonio Mancini, Luigi Nono, Telemaco Signorini, Pompeo Mariani e altri.