Jean-Michel Jarre, a settembre il doppio album “Planet Jarre”

Jean_Michel JarreJean-Michel Jarre celebra i suoi 50 anni di musica con un doppio album dal titolo Planet Jarre, in uscita il 14 settembre 2018.

Il lavoro comprende 41 opere del suo ampio catalogo musicale, completamente rimasterizzate. Da sempre affascinato dalla qualità del suono e dalla tecnologia, Jarre ha, inoltre, masterizzato alcune tracce in 5.1. per un’esperienza di ascolto unica.

«Scorrendo la storia dei miei lavori, mi sono reso conto di avere quattro diversi stili di composizione», spiega Jarre. «C’è questa idea comune che le persone si concentrino sulla musica per breve tempo a causa dello zapping costante. Questo non è necessariamente vero. Passiamo sempre più tempo della nostra vita ascoltando le playlist. Ovunque siamo e qualunque cosa facciamo. Questo è il motivo per cui ho deciso di dividere questo progetto in quattro parti diverse, quattro mondi diversi che costituiscono… il mio pianeta. E spero che il viaggio vi piaccia».

Planet Jarre è composto da quattro parti: Soundscapes, Themes, Sequences, Explorations & Early Works.
Soundscapes è composto da nove paesaggi sonori che fanno riferimento al suo background, musica classica e passione per le colonne sonore dei film. Themes include melodie senza tempo mentre Sequences si basa sulle sequenze ripetitive e ipnotiche che solo gli strumenti elettronici possono creare. Explorations & Early Works è la registrazione inedita di “Music For Supermarkets”, unica testimonianza rimasta: Jarre aveva registrato e prodotto l’intero album per poi distruggere completamente i master dopo la trasmissione radiofonica. Per molto tempo, l’unico LP esistente della registrazione è stata considerata la copia vinilica di più alto valore sul pianeta.

Jean-Michel Jarre è stato uno dei pionieri della musica elettronica degli ultimi cinquant’anni, essendo arrivato al successo negli anni ’70 con il suo album Oxygene, acclamato dalla critica.
Con oltre 80 milioni di album venduti in tutto il mondo, musicisti e DJ contemporanei fanno spesso riferimento all’influenza e all’innovazione di Jarre, non solo per la sua musica, ma anche per la sua singolare visione e creazione di eventi live. È stato il primo musicista occidentale ad essere invitato ad esibirsi nella Cina post-Mao, ed ha suonato in posti straordinari come le Grandi Piramidi d’Egitto, il deserto del Sahara e la Torre Eiffel, senza dimenticare la famosa esibizione di Mosca seguita da 3,5 milioni di spettatori che gli valse l’ingresso nel Guinness dei primati.

I brani presenti in Planet Jarre

Soundscapes
Oxygene 1;
Oxygene 19;
Rendez-Vous 1;
Millions of Stars;
Chronology 1;
Oxygene 20;
Equinoxe 2;
Waiting for Cousteau;
The Heart of Noise (Origin).

Themes
Industrial Revolution Part 2;
Oxygene 4;
Equinoxe 5;
Oxygene 2;
Zoolookologie;
Bells;
Equinoxe 4;
Magnetic Field 2;
Rendez-Vous 2 (Laser Harp);
Rendez-Vous 4;
Chronology 4.

Sequences
Coachella Opening;
Arpeggiator;
Automatic Part 1 with Vince Clarke;
Exit with Edward Snowden;
Equinoxe 7;
Oxygene 8;
Stardust with Armin van Buuren;
Herbalizer;
Revolutions.

Explorations & Early Works
Ethnicolor;
Souvenir of China;
Blah Blah Café;
Music for Supermarkets (Demo Excerpt);
Roseland / Le Pays de Rose;
La Cage;
Erosmachine;
Hypnose;
The Song of the Burnt Barns / La Chanson des Granges Brulees;
Happiness is a Sad Song;
Aor Bleu;
Last Rendez-Vous.

Jean-Michel Jarre – Oxygene, Pt. 4