La Creazione di Haydn apre la Stagione Sinfonica della Scala

Ádám Fischer
Ádám Fischer

Sarà La Creazione di Haydn ad inaugurare la nuova Stagione Sinfonica del Teatro alla Scala di Milano.

Mercoledì 10, venerdì 12 e lunedì 15 ottobre 2018 il Maestro Ádám Fischer, impegnato in queste settimane nella Stagione d’Opera con Ernani di Verdi, dirigerà, infatti, Die Schöpfung, oratorio per soli, coro e orchestra di Franz Joseph Haydn con i solisti Genia Kühmeier (soprano), Peter Sonn (tenore), Günther Groissböck (basso) e Daria Cherniy (mezzosoprano), solista dell’Accademia di Perfezionamento per Cantanti Lirici del Teatro alla Scala. Il Coro del Teatro alla Scala è diretto dal Maestro Bruno Casoni.

Lunedì 15 ottobre 2018 il concerto sarà trasmesso in diretta da RAI Radio Tre.

Fondatore nel 1989 del Festival Haydn Burgenland di Eisenstadt, Fischer è tra i maggiori esperti di questo repertorio: «Il motivo per cui io amo quest’opera – ha dichiarato il Maestro – è la sua universalità: è per tutti. Per tutte le religioni, per i musulmani, per i cristiani, per gli ebrei, perché tutti credono nella stessa storia della Creazione. Allo stesso tempo è un oratorio diretto anche a chi non crede e non conosco nessun altro brano che parli all’umanità intera allo stesso modo».

Il capolavoro sacro di Haydn manca dal Piermarini dal 2014, quando lo diresse Zubin Mehta. Ora apre una Stagione che include concerti diretti da Lorenzo Viotti (28, 30 e 31 ottobre), Riccardo Chailly (due programmi, il 17, 18 e 19 gennaio e il 28 febbraio e 1 e 2 marzo), Christoph von Dohnányi il 13, 14 e 17 febbraio), Gianandrea Noseda (16, 18 e 20 marzo), Zubin Mehta (3, 4 e 11 maggio) e Cornelius Meister (12, 13 e 20 giugno).
Il Coro diretto da Bruno Casoni sarà presente anche nei concerti diretti dai Maestri von Dohnányi (Te Deum di Bruckner) e Meister (Sinfonia n°2 “Lobgesang” di Mendelssohn).