Made in sud, puntata del 18 marzo – Rai2

Made in sud

Terzo appuntamento con “Made in sud”, lo show comico prodotto in collaborazione con Tunnel Produzioni, in programma lunedì 18 marzo 2019 alle ore 21.20 su Rai2.

Un varietà ricco di comicità, musica e divertimento che, in diretta dagli studi Rai di Napoli, continua a conquistare il pubblico grazie alla conduzione di Stefano De Martino e Fatima Trotta, i siparietti di Biagio Izzo e Elisabetta Gregoraci, e le numerose e divertenti gag dei comici che si avvicendano ogni lunedì sul palco.

Anche per questa settimana attesa una allegra maratona di comicità: con ironia i comici del nutrito cast proveranno a convincere Stefano De Martino a mostrare i suoi addominali. Tra le musiche di Frank Carpentieri e le traduzioni in italiano dei termini napoletani a cura del professore Enzo Fischetti, non mancheranno gli sketch dei tanti personaggi del programma come “Salvatore l’Umile” ovvero Mariano Bruno, la coppia di “Ungrassed” Rosaria e Peppe, i confronti generazionali padre/figlio di Francesco Paolantoni e Antonio D’Ausilio, i monologhi di Paolo Caiazzo e quelli di Ciro Giustiniani, le incursioni dal pubblico di Peppe Iodice, i racconti dell’escort Delio e i suoi incontri “Vip”, ovvero Francesco Albanese, e le vicende del simpatico condominio di “Tra-Sit” con I Ditelo Voi.

Tra i comici in scena ci saranno anche la “Signora Olga” di Max Cavallari, “l’amico degli animali” Mino Abbacuccio, gli Arteteca , Nello Iorio, Maria Bolignano, Luisa Esposito e Floriana De Martino, Manu e Luca, Ettore Massa, Marco Capretti, Tommy Terrafino, Matranga e Minafò, Enzo e Sal, Gino Fastidio, Emiliano Morana, Roxi Colace, Feliciana Tufano e i Radio Rocket. Il tutto condito dai momenti coreografici firmati da Fabrizio Mainini.

Realizzato nel Centro di Produzione Tv Rai di Napoli, prodotto in collaborazione con la Tunnel produzioni, “Made in Sud” è un programma di Nando Mormone e Paolo Mariconda, scritto con Francesco Albanese, Gian Luca Belardi, Riccardo Cassini, Francesco Velonà e Ciro Ceruti. A cura di Cristina Ambrosi, produttore esecutivo Corrado Pacetti, scenografia di Alida Cappellini e Giovanni Licheri, regia di Sergio Colabona, produttore esecutivo Tunnel Fabio Tassan Pagnochet.