Il Campione, un film con Stefano Accorsi

Il Campione

Esce il 18 aprile 2019 il film di Leonardo D’Agostini dal titolo “Il Campione“, con Stefano Accorsi, Andrea Carpenzano, Massimo Popolizio.

Giovanissimo, pieno di talento, indisciplinato, ricchissimo e viziato. Christian Ferro è Il Camoione, una rockstar del calcio tutta genio e sregolatezza, il nuovo idolo che ha addosso gli occhi dei tifosi di mezzo mondo. Valerio, solitario e schivo, con problemi economici da gestire e un’ombra del passato che incombe sul presente, è il professore che viene assegnato al giovane goleador quando – dopo l’ennesima bravata – il presidente del club decide che è arrivato il momento di impartirgli un po’ di disciplina, attraverso una tappa fondamentale per un ragazzo della sua età, l’esame di maturità. I due, che non potrebbero essere più diversi l’uno dall’altro, si troveranno legati a doppio filo, generando un legame che farà crescere e cambiare entrambi.

«Il Campione è un racconto di formazione che alterna registri comici a registri emotivi. Centrale è l’incontro fra due mondi opposti – afferma il regista Leonardo D’Agostini -. Quello di Christian Ferro, un ragazzo di appena vent’anni, vergognosamente ricco, arrogante e privo di punti di riferimento – ma generoso e bisognoso d’amore, anche se non lo sa. E quello del suo professore che deve aiutarlo – se non costringerlo – a prendere il diploma, Valerio Fioretti, un quarantacinquenne colto con un passato ricco di promesse, che ora – a causa della sua incapacità a vivere e agire – è in gravi difficoltà economiche, profondamente deluso dalla vita, rifugiato in un esilio volontario dal mondo. Mi piaceva l’idea di parlare di questo: del rapporto forzato tra due personaggi agli antipodi, un giovane ribelle di grande talento e dalle prospettive illimitate e un uomo che di prospettive non sembra più averne, né volerne. E mi piaceva che proprio da queste incomprensioni nascesse una grande amicizia. Mi sono chiesto: cosa succederebbe se un calciatore-ragazzino ricco, viziato, allergico a ogni regola e insegnamento dovesse convivere con chi quelle regole deve fargliele rispettare? E cosa succederebbe se l’uomo che deve insegnargli la disciplina fosse uno che non ha più nulla da chiedere alla vita, perché sente di aver sbagliato tutto e non ha più voglia di ricominciare? Per migliorarsi dovranno superare i limiti e le loro durezze, riconoscere che la ferita che gli provoca dolore è la stessa e dovranno fidarsi l’uno dell’altro. Solo così guadagneranno una nuova forza per affrontare il futuro e la solitudine».

«Abbiamo lavorato a questo film per molto tempo, cercando di aiutare Leonardo D’Agostini a realizzare una pellicola che assomigli a quello che vorremo tanto il nostro cinema ci regalasse sempre di più – dichiara il produttore -. Un film che parli del presente, senza fuggirlo, ma che allo stesso tempo sia profondo e a modo suo divertente. Il Campione cerca di unire in questo senso il più classico dei romanzi di formazione con il tono lieve della commedia, in una storia che ha l’estetica e l’emotività «del cinema d’autore. Sono molti i film internazionali che parlano di calcio, pochi quelli che ci raccontano l’impatto che quel mondo, così influente da un punto di vista mediatico, ha sui suoi personaggi. Quando Leonardo D’Agostini ci ha proposto questo film, abbiamo subito pensato al contesto sociale e al fatto che a dispetto di tutto, l’unico star system realmente esistente in Italia è quello che ruota intorno al calcio. Sono i calciatori le nostre rockstar, sono le loro vite il modello a cui aspirano molti ragazzi, è la loro popolarità a richiamare gli interessi economici: ragazzi, spesso molto giovani, messi alla prova, lanciati in un Olimpo che in pochi istanti può divenire nulla, e che è sempre al centro delle cronache, del gossip. Ma cosa succede quando tutto questo finisce? Abbiamo provato a scendere nel profondo, tenendo insieme l’emotività privata del protagonista e la sua apparenza pubblica, facendo i conti con un immaginario produttivamente non facile da ricostruire. Un film a più livelli, in cui un talento del calcio, giovane e immaturo, viene messo alla prova per questioni di disciplina, ed è costretto a relazionarsi per la prima volta con una persona lontana da lui. Ma è anche la storia di un uomo perduto il cui risveglio alla vita passa attraverso la contagiosa e smisurata vitalità di un ragazzo prigioniero del suo status. Da questo conflitto nasce il cuore pulsante della nostra storia: il racconto di un’amicizia che è il perfetto equilibrio tra due mondi inconciliabili».

Scheda film

Titolo: Il Campione
Regia: Leonardo D’Agostini
Cast: Stefano Accorsi, Andrea Carpenzano, Ludovica Martino, Mario Sgueglia, Camilla Semino Favro, Anita Caprioli, Massimo Popolizio
Durata: 105 minuti
Genere: Commedia
Distribuzione: 01 Distribution
Data di uscita: 18 aprile 2019

Il Campione – Guarda il trailer