San Giuseppe Moscati, scienza e fede

A Napoli la casa di Giuseppe Moscati (1880-1927) era non lontana da quella di Bartolo Longo. A quest’ultimo, il fondatore dell’Orfanotrofio di Pompei e dell’annessa chiesa, egli si ispirò per la sua condotta morale e di fede.

I due erano amicissimi. Il grande medico si recava periodicamente a Pompei e da Bartolo Longo che lo pregava di visitare gli orfanelli e prendersi cura della loro salute.

C’è da ricordare che San Giuseppe Moscati in vita riuscì a conciliare scienza e fede, ce lo dicono i suoi studi (fu tra i primi ad usare l’insulina per fare fronte al diabete) e la sua vita spesa per la vita di chi aveva bisogno della sua opera sostenuta dalla fede in Dio.
Egli esercitò la sua professione di medico presso l’Ospedale degli Incurabili di Napoli voluto e fatto costruire dalla Venerabile Maria Lorenza Longo.

Rinaldo Longo