Lezioni di suono, omaggio a Salvatore Sciarrino – Rai5

Salvatore Sciarrino

Prende il via il ciclo di incontri “Lezioni di suono” che Rai Cultura propone come omaggio al compositore Salvatore Sciarrino che il 4 aprile compie 72 anni.

Quattro lezioni-concerto che l’Orchestra di Padova e del Veneto, in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova, ha organizzato nella primavera 2016 con protagonista Salvatore Sciarrino, compositore contemporaneo tra i più celebrati al mondo.

Nel corso degli incontri, animati dai commenti e dagli esempi musicali dell’orchestra diretta da Marco Angius, il pubblico è invitato a entrare nei dettagli delle partiture, analizzate e proposte in forma di concerto.

La prima lezione, in onda sabato 6 aprile 2019 alle ore 23.25 su Rai5, prende il via dalla composizione di Sciarrino Mozart a 9 anni“, una serie di rielaborazioni per orchestra d’epoca dal Quaderno Musicale Londinese di Wolfgang Amadeus Mozart. A fianco dell’Orchestra di Padova e del Veneto, la pianista Anna D’Errico presenta la versione originale dei numeri mozartiani.

Negli appuntamenti successivi saranno presentati l’”Idillio di Sigfrido” di Richard Wagner e l’orchestrazione di “Sposalizio” (da Liszt), realizzata nel 2015 da Sciarrino per l’Orchestra di Padova e del Veneto che ne ha eseguito la prima assoluta nella 50a Stagione concertistica 2015/2016.

Il ciclo di lezioni continuerà con la composizione “Efebo con radio” (1981) in cui affiora la memoria dell’infanzia di Sciarrino in Sicilia, legata all’ascolto della radio con le interferenze, le mescolanze di messaggi ed una riflessione sui meccanismi della comprensione-non comprensione indagati attraverso una radio che funziona un pò come una macchina per musica elettronica.

L’ultima lezione, “Nel cantiere di Mozart“, confronterà l’originale versione del concerto 491 con i successivi rifacimenti mozartiani per mostrare come la perfezione formale raggiunta dal compositore salisburghese nasca da una prospettiva di limatura continua della struttura musicale piuttosto che da un’intuizione estemporanea dello sviluppo concertante.