Fury, un film con Brad Pitt e Logan Lerman

Fury

Su Rai3 “Fury“, un film di guerra del 2014 con Brad Pitt e Logan Lerman. Diretto da David Aye, il film viene trasmesso sabato 18 maggio 2019 in prima serata.

La storia si svolge nell’aprile del 1945. Mentre gli Alleati sferrano l’attacco decisivo ai nazisti in Europa, un agguerrito sergente dell’esercito americano Don Collier, da tutti chiamato “Wardaddy”, guida un’unità di quattro soldati in una missione mortale dietro le linee nemiche a bordo di un carro armato Sherman, chiamato Fury. Una missione temeraria ed eroica nel cuore della Germania nazista, ormai al collasso. In inferiorità numerica, disarmati e con una recluta giovane e inesperta nel plotone, Wardaddy e i suoi uomini dovranno ricorrere a tutto il proprio coraggio e alla propria arguzia per sopravvivere agli orrori della guerra.

Il sergente Don Collier, detto Wardaddy, è interpretato da Brad Pitt. «Wardaddy rappresenta la colonna portante dell’esercito in un’epoca in cui sergenti e sottufficiali imbracciavano davvero insieme le armi – afferma il regista David Ayer -. È un uomo molto pratico e pragmatico e l’unica cosa che gli interessa è portare a termine la propria missione».
Ma Wardaddy è anche un uomo con un passato nascosto. «Sta cercando di redimersi attraverso questo incredibile atto di penitenza che consiste nel combattere per liberare l’Europa – aggiunge il regista statunitense -. Ha un suo codice morale, ma si tratta di una moralità molto diversa da quella di un civile qualsiasi. È lo specchio di quell’epoca. È stoico, ma pieno di vita e spiritoso. Un grande affetto lo lega ai suoi uomini e nutre un odio profondo per i nemici».

I quattro soldati guidati da Wardaddy sono: Boyd Swan (Shia LaBeouf), artigliere e di fatto il comandante in seconda del Fury; Norman Ellison (Logan Lerman), giovane e inesperta recluta; Trini Garcia (Michael Peña), conducente del tank; Grady Travis (Jon Bernthal), anche lui totalmente impreparato per affrontare la situazione che si troverà di fronte.