Magnetic Opera Festival 2019

Magnetic Opera Festival - Miniera di Ginevro

Magnetic Opera Festival, evento musicale giunto alla quinta edizione e ideato dall’Associazione Culturale Maggyart, è in programma dal 7 al 22 luglio 2019.
Gli eventi si alterneranno nelle due sedi canoniche del Festival sull’Isola d’Elba: la Miniera di Ginevro, cava di magnetite in disuso sul Monte Calamita, e la Piazza Matteotti di Capoliveri.

Quattro saranno gli appuntamenti alla Miniera di Ginevro, dedicati alla lirica e al balletto, cui faranno da contrappunto una corona di “Matinée” musicali ed una speciale serata di apertura in Piazza Matteotti, a partire dal 7 luglio.

La serata di inaugurazione, in Piazza Matteotti a Capoliveri domenica 7 luglio 2019, vede protagonista un trio di voci femminili: Appassionante.

Appuntamento alla Miniera di Ginevro per mercoledì 10 luglio con il contributo firmato da Gershwin, Porgy and Bess, affidato ai solisti e al coro del New York Harlem Theatre, diretti da William Barkhymer, con la regia di Baayork Lee.

Lunedì 15 luglio, alla Miniera di Ginevro, Giuseppe Picone. Erede della tradizione dei coreografi napoletani che, fin dal Settecento, resero famoso il Teatro San Carlo in tutta Europa, Giuseppe Picone ha debuttato a dodici anni accanto a Carla Fracci. Picone ha voluto progettare per Capoliveri un’autentica serata di gala della danza internazionale come tributo a Rudolf Nureyev, scomparso venticinque anni fa. Ci si muoverà fra i classici del balletto, come Il Lago dei Cigni, Raymonda, Coppelia, con le coreografie dello stesso Nureyev e dei suoi più grandi contemporanei. Non mancheranno alcune revisioni coreografiche di Picone, étoile e direttore del Corpo di Ballo del San Carlo, su pagine di Ciaikovskij, come il Pas des deux dal secondo atto della Bella Addormentata nel Bosco.

La lirica di tradizione incontrerà il pubblico alla Miniera di Ginevro giovedì 18 luglio, con Cavalleria rusticana di Mascagni e I Pagliacci di Leoncavallo, eseguiti dall’Orchestra Sinfonica Cantieri d’Arte diretta dal Maestro Stefano Giaroli. Nel cast vocale spiccano Cristina Melis (Santuzza), Alberto Profeta (Turiddu), Renata Campanella (Nedda). La regia, le scene e i costumi sono di Artemio Cabassi.

Gran finale pucciniano alla Miniera lunedì 22 luglio. Sarà la volta di Turandot, affidata alla bacchetta del maestro Stefano Giaroli – chiamato a dirigere l’Orchestra Filarmonica delle Terre Verdiane e il Coro dell’Opera di Parma – e il soprano Franci Dariz, impegnata nel ruolo protagonistico e affiancata dal tenore Diego Cavazzin (Calaf).

Magnetic Opera Festival è realizzato da Maggyart, con il patrocinio del Comune di Capoliveri.
In caso di maltempo, i concerti in miniera saranno rinviati al giorno successivo. Per informazioni e approfondimenti consultare i siti:
www.maggyart.it e www.magnetic-operafestival-elba.com.