Sammy Davis, Jr. I’ve Got To Be Me – Rai5

Sammy Davis

La carriera di Sammy Davis Junior abbraccia 60 anni di storia dello spettacolo americano attraversando tutti i generi più popolari – da Broadway a Las Vegas, dal grande cinema alla televisione, dal canto al tip tap, ai musical – ed è uno spaccato della storia e dei profondi cambiamenti che hanno accompagnato la società e il costume degli Stati Uniti.

Il documentario “Sammy Davis, Jr. I’ve Got To Be Me”, in onda mercoledì 24 luglio 2019 alle ore 21.15 su Rai5 per il ciclo “Pop Icons”, ripercorre la biografia dell’artista parallelamente alle mille contraddizioni del suo Paese: “Cosa ne penso del razzismo? Sono nero, ebreo e ho un occhio di vetro!

Sammy Davis Junior ha incarnato in modo originalissimo il percorso di emancipazione degli afro-americani, riuscendo ad essere percepito allo stesso tempo come un apripista e un antagonista dalla sua stessa comunità. Con le sue scelte controcorrente, sintetizzate dall’amore con Kim Novak e dal matrimonio con May Britt, ha fatto emergere le laceranti barriere razziali e sociali che ancora dividevano l’America.

Uno dei più grandi interpreti dello show business: dagli inizi con il Will Mastin Trio, nell’epoca d’oro di Harlem e del tip tap, all’ingresso nel Rat Pack e al sodalizio con Frank Sinatra, per poi perseguire una carriera solista, come attore e cantante.