venerdì, Maggio 29, 2020
Home Televisione Bangla, un film con Phaim Bhuiyan e Carlotta Antonelli

Bangla, un film con Phaim Bhuiyan e Carlotta Antonelli

Bangla

Su Rai2, martedì 8 ottobre 2019 alle ore 21.20, il film Bangla di Phaim Bhuiyan, prodotto da Domenico Procacci e Annamaria Morelli.

Phaim è un giovane musulmano di origini bengalesi nato in Italia 22 anni fa. Vive con la sua famiglia a Torpignattara, quartiere multietnico di Roma, lavora come stewart in un museo e suona in un gruppo. E’ proprio in occasione di un concerto che incontra Asia, suo esatto opposto: istinto puro, nessuna regola. Tra i due l’attrazione scatta immediata e Phaim dovrà capire come conciliare il suo amore per la ragazza con la più inviolabile delle regole dell’Islam: la castità prima del matrimonio.

«Abbiamo cercato di portare il conflitto tra religione e desiderio sul piano personale – afferma il regista Phaim Bhuiyan -, raccontandolo come una battaglia quotidiana, una gara di volontà e di resistenza, provando a declinarlo sotto i vari aspetti, non solo religioso e affettivo ma anche relazionale, familiare, sociale. Ne è venuto fuori una sorta di piccolo affresco in cui i personaggi si muovono continuamente in bilico tra obblighi e desideri, alla ricerca di un’identità necessariamente sfaccettata».

Nel cast del film Bangla: Phaim Bhuiyan, Carlotta Antonelli, Simone Liberati, Pietro Sermonti, Davide Ornaro, Alessia Giuliani, Milena Mancini, Sahila Mohiuddin.

MUSICA

Un ballo in maschera di Verdi su Rai5

Rai Cultura propone venerdì 29 maggio 2020 alle ore 10.00 su Rai5 "Un ballo in maschera", melodramma...

“L’elisir d’amore” di Donizetti su Rai5

L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti - Photo Brescia e Amisano © Teatro alla Scala "L’elisir d’amore", il capolavoro...

TELEVISIONE

Captain Fantastic, un film di Matt Ross – Rai3

Su Rai Movie, venerdì 29 aprile 2020 alle ore 23.00, il film scritto e diretto da Matt...

Euforia, il film con Scamarcio e Mastandrea su Rai3

Euforia è il titolo del film diretto da Valeria Golino, con Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea.