13 Dicembre 2019
Home Cinema La famosa invasione degli orsi in Sicilia, un film di Lorenzo Mattotti

La famosa invasione degli orsi in Sicilia, un film di Lorenzo Mattotti

La famosa invasione degli orsi in Sicilia

La famosa invasione degli orsi in Sicilia” è il titolo del film d’animazione diretto da Lorenzo Mattotti, nelle sale cinematografiche dal 7 novembre 2019.
Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Dino Buzzati pubblicato da Arnoldo Mondadori Editore.

La famosa invasione degli orsi in Sicilia – La trama

Nel tentativo di ritrovare il figlio da tempo perduto e di sopravvivere ai rigori di un terribile inverno, Leonzio, il Grande Re degli orsi, decide di condurre il suo popolo dalle montagne fino alla pianura, dove vivono gli uomini. Grazie al suo esercito e all’aiuto di un mago, riuscirà a sconfiggere il malvagio Granduca e a trovare finalmente il figlio Tonio. Ben presto, però, Re Leonzio si renderà conto che gli orsi non sono fatti per vivere nella terra degli uomini.

Lorenzo Mattotti

«Buzzati mi ha influenzato in tutto il mio lavoro – afferma il regista Lorenzo Mattotti -. Ha scritto molti libri e realizzato anche dipinti. È la sua atmosfera ad avermi influenzato molto, il modo di raccontare, come se si trattasse di leggende, di storie antiche. Buzzati risulta sempre pieno di magia, di mistero e a volte di un’atmosfera cupa. Altri romanzi scritti da Buzzati mi avevano molto colpito. Ma l’idea di adattare il racconto La famosa invasione degli orsi in Sicilia è venuta dopo, con Valérie Schermann, la produttrice del film».

«Nella narrazione per immagini bisogna provare piacere per quello che si vede, come ad esempio la luce. Io per natura sono molto contemplativo – continua il regista -. E tuttavia ho realizzato una forma narrativa. Mi sono dovuto chiedere tante cose: cos’è un racconto per l’infanzia, quale deve essere il suo andamento? Come fare a perdersi nelle immagini seguendo allo stesso tempo un ritmo? Questo è quello che ho dovuto veramente imparare. Abbiamo discusso molto. Mi rendo conto che la mia struttura mentale è in partenza molto illustrativa. Nel libro ci sono i personaggi del re Leonzio e di suo figlio. Sono circondati da molti altri personaggi che però vivono in quanto immersi nel paesaggio. Avevamo bisogno di creare delle individualità più forti, e per questo abbiamo privilegiato loro due, portando fino in fondo la relazione padre figlio là dove, nella seconda parte, diventa più drammatica. Nel libro tutto questo in realtà non c’è: il dramma di Leonzio è piuttosto la perdita della naturalità da parte degli orsi, che finiscono per assomigliare a degli uomini, con tutti i loro difetti. Tonio, il figlio di Leonzio lo ritroviamo solo nel casinò, pieno di debiti e completamente perduto. Nel film abbiamo dovuto costruire il suo personaggio. Analogamente, abbiamo inventato il personaggio di Almerina perché ci serviva per dar vita a una relazione col mondo degli umani».

Scheda film

Titolo: La famosa invasione degli orsi in Sicilia
Regia: Lorenzo Mattotti
Cast: Toni Servillo, Antonio Albanese, Linda Caridi, Maurizio Lombardi, Corrado Invernizzi, Alberto Boubakar Malanchino, Beppe Chierici, Roberto Ciufoli, Nicola Rignanese, Mino Caprio e Corrado Guzzanti, con la partecipazione straordinaria di Andrea Camilleri
Durata: 82 minuti
Genere: Animazione
Distribuzione: Bim Distribuzione
Data di uscita: 7 novembre 2019

La famosa invasione degli orsi in Sicilia Il trailer

MUSICA

Eros Ramazzotti a Firenze con “Vita ce n’è World Tour”

Eros Ramazzotti con il suo il Vita ce n’è World Tour fa tappa a Firenze. L'appuntamento...

Tosca di Puccini apre la stagione d’opera del Teatro alla Scala

Ad inaugurare la Stagione d’Opera 2019/2020 del Teatro alla Scala di Milano, sabato 7 dicembre 2019, sarà Tosca, melodramma in tre atti...

TELEVISIONE

Ghiaccio Bollente – Discovering Music: Queen

Rai5 racconta i Queen con un episodio della serie “Discovering Music”, in onda venerdì 13 dicembre 2019...

Nemiche per la pelle su Rai3 – La trama

"Nemiche per la pelle" è la commedia con Margherita Buy, Claudia Gerini, Giampaolo Morelli e Paolo Calabresi,...