Roma ricorda Bruno Munari

0

Bruno MunariCon una serie di iniziative, rivolte sia agli adulti sia ai bambini, più in generale alle famiglie, la città di Roma ricorda, nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della sua nascita, Bruno Munari,uno dei massimi protagonisti italiani dell’arte, del design e della grafica del XX secolo.

Dal 9 ottobre 2008 al 22 febbraio 2009 il Museo dell’Ara Pacis dedicherà al poliedrico artista milanese una grande mostra antologica, Bruno Munari, un progetto promosso dall’Assessorato alle Politiche Culturali Sovraintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura, a cura di Beppe Finessi e Marco Meneguzzo, progetto di allestimento di Marco Ferreri, progetto grafico di Italo Lupi.
Il percorso espositivo – che non segue un criterio cronologico o tipologico ma mette in relazione i diversi linguaggi utilizzati da Munari attraverso 5 aree tematiche – è un invito alla scoperta di oltre 150 oggetti tra sculture, opere d’arte e di grafica che il visitatore riconoscerà e sentirà familiari perché fanno ormai parte dell’immaginario collettivo del Paese.

La mostra Bruno Munari al Museo dell’Ara Pacis si completerà con i Laboratori Metodo Bruno Munari®, incontri didattici per i bambini delle scuole, i loro insegnanti e le famiglie, al fine di esplorare, concretamente, le sperimentazioni che sottendono ogni realizzazione artistica, e, in particolare, l’opera multiforme di Bruno Munari. I laboratori accoglieranno i bambini dell’ultimo anno della scuola d’infanzia così come quelli della scuola elementare e media; vi sarà anche la possibilità di accogliere genitori, nonni e altri adulti interessati, nell’ambito di laboratori riservati alle famiglie, nei giorni di sabato e di domenica e nei periodi di chiusura della scuola.
Ad integrazione delle attività sarà importante l’incontro diretto, in mostra, con l’opera dell’artista. I laboratori saranno condotti daisoci fondatori di Associazione Bruno Munari coadiuvati, in qualità di assistenti, da operatori di Zètema Progetto Cultura opportunamente formati da ABM per questo progetto.

Dal 3 ottobre 2008 all’01 febbraio 2009, la Casina di Raffaello – ludoteca di Villa Borghese ideata dall’Assessorato alle Politiche Educative Scolastiche, della Famiglia e della Gioventù del Comune di Roma per i bambini dai 3 ai 10 anni- ospiterà la mostra-installazione Bruno Munari prestigiatore, in collaborazione con Edizioni Corraini e Biblioteche di Roma.
Il percorso rivolgerà particolare attenzione ai libri per bambini creati dall’artista fin dai primi anni ’40.  Ogni stanza sarà dedicata ad un libro – Alfabetiere, Le macchine di Munari, La favola delle favole, Le proiezioni dirette – che diventerà lo spunto per diverse attività creative in cui i bambini potranno inventare delle prosecuzioni ideali alle storie.

Dal 27 settembre 2008 al 22 febbraio 2009 EXPLORA il Museo dei Bambini di Roma accoglierà la mostra gioco Vietato Non Toccare. Bambini a contatto con Bruno Munari che, attraverso le opere di Bruno Munari, propone giochi ed esperienze a misura di bambini molto piccoli. La mostra è realizzata dal MuBa, con la collaborazione di ABM – l’Associazione Bruno Munari – e da Edizioni Corraini. Si rivolge in modo particolare alle scuole materne e ai nidi.
Una selezione di opere richiama il tema della sensibilità e della curiosità. Un percorso di scoperta e di meraviglia procurate dalle piccole cose attraverso l’esperienza tattile e visiva, la sperimentazione fisica di materiali, le sensazioni di tutto il corpo. Toccare, manipolare, comporre, scomporre, sperimentare, sono tappe del processo di apprendimento e di formazione, fondato sul gioco e sull’esperienza, che colloca il bambino sempre al centro.

Un piccolo gioiello si potrà scoprire nel negozio COSECASA che, dal 27 ottobre al 29 novembre 2008, ospiterà la mostra Giocando con Bruno Munari, un’esposizione di oggetti realizzati dall’artista milanese. La titolare Stefania del Balzo può vantare un’amicizia – nata nel 1978 – con Bruno Munari, che acconsentì al progetto di trasformare il negozio COSECASA in un vero e proprio punto di ricerca e di incontro sulla sua produzione. Munari disegnò per COSECASA l’insegna e la facciata, il biglietto da visita e la carta da pacchi. In 50 mq di esposizione si potranno ammirare gli oggetti che rappresentano tutta la produzione di Munari. Egli stesso spinse la titolare a realizzare nel suo negozio il “più piccolo museo di design del mondo”.

Bruno Munari (Milano 1907-1998) è una della grandi figure del design e della cultura del XX secolo. Milanese, ha vissuto tutte le età più significative dell’arte e del progetto, diventandone un assoluto protagonista sin dagli anni Trenta, con la creazione delle “macchine inutili” e con il contemporaneo lavoro di grafica editoriale, del tutto innovativo nel panorama europeo. Ma è nel secondo dopoguerra che Munari si afferma come uno dei “pensatori” di design più fervidi: la collaborazione con tutte le aziende più importanti per la rinascita del Paese – dalla Einaudi alla Olivetti, dalla Campari alla Pirelli – e una serie di geniali invenzioni progettuali – spesso realizzate per la ditta Danese – ne fanno un personaggio chiave per la grande stagione del design italiano. Grafica, oggetti, opere d’arte, tutto risponde a un metodo progettuale che si va precisando con gli anni, con i grandi corsi nelle università americane, come l’MIT, e con il progetto più ambizioso di tutti, che è quello dei laboratori per stimolare la creatività infantile, che dal 1977 sono tuttora all’avanguardia nella didattica dell’età prescolare e della prima età scolare.

Comments are closed.