Andrea Camilleri – La rizzagliata

0

Andrea Camilleri, La rizzagliata - Copertina del libro La vicenda ruota attorno alla redazione della RAI siciliana. Il direttore, Michele Caruso, tralascia di dare la notizia dell’avviso di garanzia a Manlio Caputo, figlio del leader della sinistra siciliana, accusato dell’omicidio della sua fidanzata, Amalia Sacerdote, anche lei un cognome importante perché suo padre è il segretario generale dell’Assemblea Regionale Siciliana. La ragazza è stata trovata morta a casa sua con il cranio fracassato da un pesante portacenere e quel cadavere crea non pochi problemi, per le rivalità politiche dei genitori dei due giovani e per le evidenti connessioni con i poteri economico, giudiziario, giornalistico e politico dell’isola, una rete così solida – rizzaglio è una rete a forma di campana – cui è difficile sfuggire perché i piombini che girano tutt’intorno la portano a fondo e poi una corda la serra e dentro ci restano i pesci, “i pesci cchiù stùpiti o i cchiù lenti, naturalmente, pirchì quelli cchiù sperti, videnno la riti calare, si scansano ‘n tempo”.

Con questo romanzo pubblicato in Spagna alla fine dell’anno scorso, Andrea Camilleri ha vinto il Premio Internacional RBA de Novela Negra 2008.

Scheda libro

Autore: Andrea Camilleri
Titolo:
La rizzagliata
Editore: Sellerio
Collana
: La memoria
Prezzo:
€ 13,00
Pagine: 224
In libreria:
dal 15 ottobre 2009

Comments are closed.