Gabriele Nissim – La bontà insensata

0

Gabriele Nissim, La bontà insensata - Copertina del libroNei momenti più bui della storia dell’umanità – dall’olocausto al totalitarismo sovietico, fino alle dittature più recenti – ci sono uomini che hanno avuto il coraggio di assumersi una responsabilità personale nei confronti del male e che si sono prodigati in atti di salvataggio e di bontà estrema, senza illudersi di deviare il corso della Storia. Qual è la molla che ha spinto tali uomini a una bontà apparentemente insensata? Secondo Hannah Arendt è la salvaguardia della propria autostima e dignità, mentre Vasilij Grossman ritiene che sia un antidoto nei confronti del presunto bene ideologico. Gabriele Nissim ci racconta la storia di questi individui, persone comuni che hanno compiuto azioni esemplari, rintracciate grazie al lavoro di personaggi come Moshe Bejski, presidente della Commissione dei giusti, e insieme offre una riflessione sul bene e sulla bontà di fronte al male estremo, attraverso i contributi dei grandi pensatori del Novecento che hanno affrontato questo tema. I giusti, ci dice Nissim, non hanno battuto il male, sono stati comunque sconfitti, ma la loro testimonianza può essere di insegnamento e di esempio per il presente.

Gabriele Nissim, saggista, ha fondato nel 1982 “L’ottavo giorno”, rivista italiana sul tema del dissenso nei Paesi dell’Est. Per le reti di Canale 5 e della Svizzera italiana ha realizzato documentari sui problemi del postcomunismo. Ha pubblicato Ebrei invisibili (1995), L’uomo che fermò Hitler (1998), Il tribunale del bene (2003), Una bambina contro Stalin (2007).

Scheda libro

Autore: Gabriele Nissim
Titolo: La bontà insensata
Editore:
Mondadori
Collana:
Saggi
Prezzo: € 18,50
Pagine: 272
Anno: 2011

Un saggio per riconoscere e risolvere il disagio adolescenziale. Tornano gli autori di Le emozioni che fanno crescere e Mio figlio mi legge nel pensiero con un nuovo libro dedicato al momento forse più delicato della crescita, certo quello più temuto dai genitori: l’adolescenza. Con il loro consueto stile semplice e ricorrendo a esempi concreti, gli autori spiegano come riconoscere i segni del disagio e come affrontare le diverse situazioni, da quelle più propriamente patologiche (anoressia, dipendenze, etc.) alle varie forme di spaesamento che coinvolgono i ragazzi di questa età.

Rosanna Schiralli, psicologa e psicoterapeuta, si occupa da molti anni di terapia del disagio dei bambini, degli adolescenti e delle loro famiglie.

Ulisse Mariani, psicologo e psicoterapeuta, si occupa da circa venticinque anni di prevenzione del disagio giovanile e di promozione del benessere nelle scuole. È autore di numerosi testi, articoli e ricerche.

Comments are closed.