A Milano la mostra dedicata a Fabrizio De André

0

Fabrizio De André © 1975 Luca Greguoli Venin

Anche Milano – dopo Genova, Nuoro, Roma e Palermo – rende omaggio al genio di Fabrizio De André ospitando la tappa conclusiva della mostra che racconta la vita, la musica, le esperienze e le passioni di uno dei maggiori cantautori italiani.

L’esposizione, allestita nella Rotonda di via Besana dall’11 marzo al 15 maggio 2011, si sviluppa attraverso sezioni collegate che raccontano in modo sorprendente e originale i temi conduttori della vita dell’artista.

Il percorso inizia con un approfondimento dei soggetti cari alla poetica del cantautore: Genova, l’amore, le donne, l’anarchia e la libertà, gli ultimi, la guerra, la morte.

Ogni argomento viene illustrato da immagini proiettate su schermi e da tre canzoni del repertorio di De André messe in relazione con episodi di cronaca attuale.

L’itinerario consente, scegliendo una delle copertine dei dischi del cantautore e appoggiandola su supporti interattivi sensibili, di ricostruire, attraverso interviste, testimonianze dei collaboratori di De André e spezzoni dei suoi concerti, il contesto storico-sociale in cui il disco è stato prodotto e le ispirazioni che hanno portato alla realizzazione delle canzoni. Completano questa sezione tutti i dischi originali, 45 giri e LP, matrici dei primissimi incisi, test pressing, spartiti vari e altre rarità, e una serie di portfolio con immagini dei fotografi che hanno seguito da vicino la vita dell’artista.

Il pubblico ha l’opportunità di incontrare anche il repertorio di personaggi che De André ha creato (Carlo Martello, Marinella, Piero, Bocca di Rosa, Amico fragile) attraverso trenta brani abbinati alle carte dei tarocchi, sulle quali sono riprodotti i protagonisti delle sue canzoni.
I tarocchi virtuali compongono un trittico animato, che cambia a seconda della canzone con cui sono messi in relazione e il visitatore può creare la propria carta su una lavagna interattiva e spedirla via mail. Il tarocco personalizzato, realizzato da un breve montaggio di immagini e aforismi del cantautore, selezionabili da un apposito archivio,  appare su un grande schermo insieme a quelli inventati dagli altri visitatori; anche da chi, collegandosi dal proprio computer al sito della manifestazione, partecipa all’iniziativa da casa.

Il percorso della mostra si conclude con una proiezione non-stop di materiali video che ripercorrono tutta la vita di De André.

La rassegna, ideata e curata da Vincenzo Mollica,  è prodotta dal Comune di Milano – Cultura, da Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura di Genova, dalla Fondazione Fabrizio De André Onlus e da Silvana Editoriale.

Comments are closed.