DiVino. Dall’antichità ad oggi

0

Attica a figure nere di tipo A (scena di vendemmia): satiri che vendemmiano

“DiVino. Dall’Antichità ad Oggi”, è il titolo della mostra in programma dal 21 maggio al 5 agosto 2011 negli spazi espositivi di Materima a Casalbeltrame (Novara).
In esposizione 350 reperti archeologici, in parte mai prima esposti, che abbracciano tutte le civiltà vinicole del Mediterraneo. Alle testimonianze storiche si uniscono le sculture contemporanee di Marino Marini e Giuliano Vangi.

L’ampio nucleo dei materiali presentati copre un arco cronologico che va dal III millennio a.C. al XIX secolo d.C.. La mostra, pertanto, si articola in 4 grandi sezioni. Nella prima si affronta il tema della vinificazione e viticoltura; la seconda sezione riguarda il mondo del Vicino Oriente e della Grecia; la terza l’Etruria e Roma; l’ultima presenta un excursus sul Medioevo ed il Rinascimento, fino a giungere al periodo Risorgimentale.

L’esposizione, curata da Giuseppina Carlotta Cianferoni e da Fabrizio Minucci, nasce dalla collaborazione tra lo Studio Copernico e la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana e il Museo Archeologico Nazionale di Firenze e ARA – Attività di Ricerca Archeologica. È accompagnata da un catalogo edito da Copernico ed Ara Edizioni.

Comments are closed.