Fine del gioco, personale di Alberto de Braud

0

Alberto de Braud, I'm not dead, tempera su fotocopia

Il Museo Diocesano di Milano dal 3 ottobre all’11 novembre 2012 ospita la personale di Alberto de Braud dal titolo “Fine del gioco”.

L’esposizione, curata da Paolo Biscottini, raccoglie quaranta opere dell’artista milanese che, attraverso lavori basati sulla figura stilizzata dell’uomo, indagano temi come la fragilità dell’essere umano, l’equilibrio precario del rapporto tra società e individuo e il continuo sforzo che quest’ultimo affronta nel cercare mete e obbiettivi sempre più audaci.

Il percorso espositivo presenta sculture e installazioni che documentano una ricerca artistica che dura da più di 30 anni, in cui la ripetizione è vissuta come rappresentazione del significato o del simbolo nascosto delle cose attraverso forme allegoriche che cercano nella leggerezza e nell’equilibrio il loro stato d’essere.

Comments are closed.